Community

Seno: consigli ed esercizi per rassodare il seno

workout seno
910views

Seno: ecco una guida con tutto quello che devi sapere per prenderti cura del tuo seno. Dai workout più adatti per un seno sodo ai consigli su alimimentazione e cosmesi.

Il seno è una parte del corpo estremamente delicata in quanto è stato dimostrato che risulta essere il primo a risentire delle variazioni di peso. Ogni qualvolta si perde peso o si mette su qualche chilo in più, il seno immediatamente si svuota o aumenta a vista d’occhio,

Chi inizia un percorso di dimagrimento, soprattutto quando è importante e i Kg da perdere sono molti, teme di vedersi rovinato il seno. Ma dimagrire fa inevitabilmente perdere il seno? E’ possibile rassodare il seno? Cosa fare per un seno cadente? Quali sono gli esercizi migliori per rassodare il seno? E come proteggerlo durante gli allenamenti per non ritrovarsi con un seno cadente? Proviamo a rispondere a tutti questi quesiti!

Seno sodo: dimagrire senza perdere il seno

Si, è vero, ed ora vi spieghiamo perché dimagrire con l’esercizio fisico non fa perdere di tonicità al seno delle donne!
Uno dei desideri da sempre più espressi a tutte le donne, è quello di, passatemi il gioco di parole, dimagrire senza dimagrire il seno. Il volume del seno infatti è quello che generalmente va via presto, e mentre si perdono i chili con la dieta, si volatilizzano anche le taglie dal nostro reggiseno.
Per far si che il nostro decoltè resti invariato mentre pancia e fianchi “oversize” si riducano, bastano delle piccole e semplici regole, con un bel video workout da eseguire, che troverete a fine articolo.
Per prima cosa, tenete in considerazione  che perdere chili troppo velocemente porta ad un rilassamento dei tessuti. Questo avviene ovunque, ma si noterà principalmente in quelle zone prive di sostegno muscolare, e composte per la maggior parte di grasso. Il seno appunto.

Dieta per non perdere il seno

Non esiste una pozione magica o una dieta stilata appositamente per far restare il seno florido, tuttavia, è possibile applicare dei piccoli accorgimenti per raggiungere il vostro peso ideale facendo si che si resti armoniosi e non si formino quelle smagliature che poi non riusciremo più a tirar via.

TEST BMI: Conosci il tuo peso forma

I consigli principali sono quelli di prediligere nella vostra dieta dimagrante le proteine magre, provenienti sopratutto dal pesce. Con i loro grassi buoni ( omega 3 ) favoriranno l’elasticità della pelle e permetteranno al muscolo di restare tonico. Un muscolo del pettorale tonico darà sostegno al seno che apparirà più alto e sodo. Ottimi anche Tofu e Seitan che per i vegani o per chi apprezza questi cibi che offrono i loro grassi polinsaturi ideali per contrastare l’effetto yo-yo. Da non dimenticare mai la frutta e la verdura, con un occhio attento a tutti i prodotti come la verdura fresca a foglia verde, che è ricca di bioflavonoidi. Non dimenticate anche le verdure ricche di betacarotene, che diventa vitamina A, nel nostro organismo. In ultimo, ma non meno importante, un integrazione mirata di amminoacidi assunti come compresse o come crema, può dare un ulteriore aiuto alla nostra battaglia.
Evitare quasi totalmente grassi provenienti da i salumi e insaccati. Quel tipo di cibo concediamocelo raramente, e sopratutto dopo aver finito la nostra dieta dimagrante.
Il metodo migliore per dimagrire è quindi quello di calcolare il proprio metabolismo basale scegliendo di dimagrire moderatamente.

METABOLISMO: fai il nostro test per sapere quanto e cosa devi mangiare

Ma è possibile dimagrire senza perdere il seno?

Quando si comincia a perdere del peso, una delle prime cose che diminuisce è, nostro malgrado, il seno. Ecco perchè è importante porre un’attenzione particolare a questa zona così delicata quando si inizia una dieta.
La brutta notizia è che, purtroppo, è inevitabile che perdendo massa grassa a risentirne sia anche il seno. Il seno è infatti costituito per l’ottanta percento di tessuto adiposo e, volendo andare ad eliminare le scorte di grasso è impossibile non intaccare quello accumulato nel seno.
E’ però possibile adottare alcuni accorgimenti per ridurre il più possibile l’effetto svuotamento, vediamoli insieme:

Seno sodo: adottare un’alimentazione bilanciata ed equilibrata

Questo non significa dieta rigida, al contrario! Le diete drastiche sono la cosa peggiore per chi vuole preservare il seno. L’ideale sarebbe invece adottare uno stile di vita alimentare sano, ricco in tutti i macro nutrienti e che non trascuri frutta e verdura per apportare anche acqua, fibre e vitamine. Ricorda anche di bere molto per aiutare l’elasticità e l’idratazione della pelle.

Seno: il giusto sostegno per lo sport

Lo sport può creare problemi al seno non solo per via della perdita di peso ma anche a causa dei microtraumi subiti. Gli spostamenti e movimenti causati dalla pratica sportiva possono causare lesioni e il seno cadente. Tutte quelle azioni che comportano movimenti sussultori mettono a dura prova le strutture di supporto del seno che sono rappresentate, internamente, soprattutto dai legamenti di Cooper, che sono come le maglie di una rete da pesca che inglobano la ghiandola mammaria. Una volta che questi legamenti sono stati indeboliti purtroppo non vi è nulla per ripristinarne la tonicità, quindi la prevenzione è l’unica cosa che possiamo fare per proteggere il seno dai danni durante l’attività fisica

Il consiglio per prevenire eventuali lesioni è quello di allenarti sempre con il supporto giusto.

Reggiseno sportivo

Come scegliere il giusto reggiseno sportivo per i nostri workout? Sono belli, colorati e completano il nostro look ma sono anche indispensabili per sostenere il seno ed evitare micro-traumi. In commercio ce ne sono davvero molti e si differenziano per capacità di sostenere e contenere. Ma bisogna saper scegliere il più adatto per non incorrere in fastidiosi problemi.

Le notizie in questo caso son spesso contrastanti, ma per un seno tonico ci vuole un sostegno adeguato. Bisogna quindi fare molta attenzione alla scelta del proprio intimo che andrebbe acquistato in fibre naturali in modo da non irritare la pelle e riuscire a farla respirare.

La taglia di reggiseno

In Italia le misure di reggiseno vanno dalla prima (seno più piccolo) alla decima (seno davvero abbondante). Accanto a questa cifra, si trova spesso una lettera, che corrisponde alle dimensioni effettive della coppa:

  • Le misure caratterizzate da coppa B corrispondono ad un seno medio, rappresentante la “normalità” per quella misura (ad esempio una terza B corrisponde esattamente alla misura che viene normalmente fornita come terza, sia per quanto riguarda la fascia sottoseno, sia per quanto riguarda la coppa);
  • Le misure con coppa A (seno scarso) corrispondono ad una misura di reggiseno che per quanto riguarda il sottoseno è identica alla B, mentre la coppa è uguale a quella della misura inferiore (ad esempio una terza A corrisponde esattamente alla misura che viene normalmente fornita come terza per quanto riguarda la fascia sottoseno, mentre la coppa è grande come quella della seconda misura con coppa B)
  • Coppa C? Le misure con coppa C (seno forte) corrispondono ad una misura di reggiseno che per quanto riguarda il sottoseno è identica alla B, mentre la coppa è uguale a quella della misura superiore (ad esempio una terza C corrisponde esattamente alla misura che viene normalmente fornita come terza per quanto riguarda la fascia sottoseno, mentre la coppa è grande come quella della quarta misura con coppa B). Via via, la coppa D corrisponderà a quella di due misure superiori ecc.

Quale modello di reggiseno scegliere?

  • Il reggiseno senza ferretto è meno chic ma più comodo. Si adatta a tutti i tipi di seno, anche i più floridi, grazie alle sue bretelle larghe.
  • Il balconcino, molto scollato, ha un taglio arrotondato che lascia scoperta  la parte alta del seno, mentre il ferretto la sostiene. Va bene per tutti i tipi di seno, solleva quelli piccoli e mette in evidenza quelli grandi.
  • Il top sportivo conferisce il mantenimento ottimale del seno di chi fa sport. Senza ferretto, esso sposa e sostiene il petto grazie a larghe fasce elastiche sotto le coppe e sulla schiena.
  • Il bustino, chic e sexy, da portare la sera per completare il tuo look di femme fatale, va bene solo per le taglie dalla prima alla quarta standard.
  • Il reggiseno a mezza coppa scopre ampiamente la parte alta del seno e lo solleva grazie al ferretto. Ideale sotto una scollatura profonda, va bene per le taglie dalla prima alla quinta.
  • Il triangolo, riservato a chi il seno piccolo, è giovanile e sexy sotto una maglietta ampia e su una silhouette filiforme. La fascia, raccomandata unicamente a chi porta la prima o la seconda.

Per barare un po’:

  • Il push-up, imbottito, permette di mettere in evidenza i seni piccoli.
  • Il balconcino è adatto a tutti i seni piccoli. E’ corredato di un cuscinetto che arrotonda discretamente il petto.
  • Il « minimizer » è riservato alle taglie superiori alla quarta. Esso avvolge il seno e lo sostiene senza comprimerlo.

Perchè usare un reggiseno sportivo

Durante i workout inevitabilmente si salta, si corre e si fanno movimenti anche molto rapidi. Ecco dunque che un buon reggiseno sportivo ci consente di muoverci con tutta la libertà di cui abbiamo bisogno. Senza un buon reggiseno in grado di contenere, soprattutto in caso di seno prosperoso, si possono andare incontro a fastidiosi problemi come dolore, fastidio nei movimenti e addirittura problemi posturali.

Scegliere il reggiseno sportivo

Ci sono due principali fattori da tenere in considerazione:

  1. ESTETICO: Oltre ad essere molto utile un reggiseno sportivo può davvero essere l’accessorio fashion in più. Sono colorati, in tessuti tecnici e si possono fare mille abbinamenti diversi. Se poi i primi messi in commercio erano rivolti principalmente a chi aveva un décolleté prosperoso, ora ce ne sono in commercio molti imbottiti per dare una mano a chi ha forme più minimaliste. Può sembrare un dettaglio di poco conto ma sentirsi bene e carine aiuta anche a mantenerci costanti nei nostri allenamenti
  2. FUNZIONALE: Per scegliere un buon reggiseno dovete tenere in considerazione sia la taglia del vostro seno che il tipo di attività che andrete ad affrontare. Ovviamente un seno prosperoso e una attività intensa avranno bisogno di maggiore sostegno. In commercio potrete trovare tre diverse tipologie di sostegno:
    1. REGGISENI CON SOSTEGNO LEGGERO: Perfetti per yoga, stretching, pilates, camminate e workout a basso impatto come quelli da album bianchi. Un reggiseno con sostegno leggero sarà l’ideale perché non stringerà troppo e vi lascerà massima libertà di movimento. Se però avete una taglia di reggiseno piuttosto importante meglio orientarsi comunque su reggiseni più contenitivi.
    2. REGGISENI CON SOSTEGNO MEDIO: Se passate a workout che prevedono salti, meglio aumentare il sostegno del vostro reggiseno in modo da limitare i movimenti durante salti ed esercizi di moderata intensità. Ovviamente, anche in questo caso, se il seno è grande meglio assicurarsi comunque un sostegno elevato.
    3. REGGISENO CON SOSTEGNO ELEVATO: Per i workout da album verde che prevedono salti, per la corsa o per esercizi particolarmente intensi è meglio assicurarsi un ottimo sostegno. A maggior ragione se siete provviste di un Décolleté prosperoso. L’importante è sentire il seno ben fermo e non sottoposto a forti sollecitazioni.

Dove acquistare un buon reggiseno sportivo?

Ormai se ne trovano davvero molti in commercio. Il fitness ha ormai preso piede e, oltre che una scelta salutare, è anche una moda. I prezzi variano molto.
1 Tra i più tecnici, ma anche costosi, ci sono sicuramente i reggiseni e i top a marchio esclusivamente sportivo come Adidas o Nike. Ottimi, bellissimi e con una durata davvero notevole!
Una delle cose più fastidiose dei reggiseni sportivi è la difficoltà nell’indossarli e nel toglierli. Ecco dunque che vi proponiamo due modelli furbi e molto comodi.

Il primo, avendo il classico aggancio dei comuni reggiseni e le spalline regolabili in altezza. Non è quindi necessario infilarlo dalla testa con manovre degne di un contorsionista.

Reggiseno sportivo con chiusura a gancio




Reggiseno sportivo con chiusura frontale

Questi inveve hanno l’apertura frontale che risulta essere molto comoda




Reggiseno sportivo imbottito per seno piccolo

Se, invece, il vostro problema è avere un seno piccolo e volete un reggiseno sportivo imbottito vi consigliamo questo




Reggiseno sportivo taglie forti

Sei molto prosperosa e fai fatica a trovare il reggiseno adatto a te? Consigliatissimi questi:




Ricordate sempre che, anche se è davvero molto comodo acquistare online, soprattutto al primo acquisto, è meglio provare il vostro reggiseno sportivo perchè potrebbe richiedere una taglia in più dei comuni reggiseni intimi.

Se il tuo obiettivo è quello di perdere peso ma preservare il seno l’ideale è fare due diversi tipi di attività fisica:

  • Praticare qualsiasi esercizio fisico quando si vuole dimagrire è importante e non fa perdere di tonicità al seno delle donne. L’attività fisica vi consentirà di raggiungere il deficit calorico necessario a dimagrire
  • Associare un mini workout specifico che aiuti a mantenere la tonicità del seno. 

Ok all’attività fisica aerobica (corsa, cyclette e nuoto, workout) alla quale poter affiancare degli esercizi mirati per tonificare il seno. In realtà il seno è una parte del corpo non allenabile, in quanto non presenta fibre muscolari. Come ovviare al problema? Allenando i muscoli della parte alta del tronco, ossia i pettorali, che sono la base di appoggio del seno, i dorsali e gli extrarotatori delle braccia per favorire una più corretta postura  in modo da farlo apparire più in rilievo e dunque più alto.

Seno perfetto: come aumentare una taglia senza chirurgia

Seno perfetto … Quando penso ad un nuovo articolo da scrivere cerco sempre di trovare quell’argomento che possa suscitare l’interesse di più lettori possibili. Il seno è una tra le parti del corpo che, più di tutte, lascia insoddisfatte le donne. ecco perchè è un argomento di grande interesse che riesce a calamitare l’attenzione di tutte noi donne.

Seno perfetto: metodi e accortezze da seguire

La chirurgia estetica non è l’unica possibilità per avere un seno bello, sodo e alto. Certo, quelle di noi che non sono state graziate da madre natura ci avranno pensato almeno una volta, ma vi sorprenderà sapere che esistono diversi metodi naturali per avere un seno perfetto e trucchi per guadagnare una taglia.

Ovviamente non bisogna aspettarsi miracoli, come una quinta che sboccia improvvisamente da una prima scarsa, ma i miglioramenti si vedono. Ecco come fare:

Seno perfetto: la Dieta

Il seno è una parte del corpo estremamente delicata in quanto è stato dimostrato che risulta essere il primo a risentire delle variazioni di peso.

Ogni qualvolta si perde peso o si mette su qualche chilo in più, il seno immediatamente si svuota o aumenta a vista d’occhio, per cui una delle prime cose che non devi fare è buttarti in una dieta troppo severa che ti faccia svuotare completamente il seno, perché allora sarà ancora più complesso cercare di rinvigorirlo.

Per migliorare l’aspetto del seno bisogna consumare abbondantemente alimenti contenenti fitoestrogeni come cereali integrali, i legumi come fagioli o piselli, la soia e i suoi derivati, semi di zucca, di lino o di girasole, liquirizia, finocchio, cumino, fagioli e ortaggi a foglia verde.
Partiamo da lontano, con una parola magica: Idratazione.

Per una pelle elastica e a prova di smagliature, infatti, è fondamentale idratare il proprio corpo, le regole sono arcinote: almeno due litri di acqua al giorno e una crema ad hoc, come quelle che tonificano e rinvigoriscono seno e décolleté, oppure quelle specifiche per rassodare.

Video Workout per rassodare il seno

Vogliamo proporvi alcuni allenamenti, brevi ma intesi che, se associati alla vostra dieta bilanciata e al vostro workout quotidiano, vi aiutino ancor di più a mantenere la tonicità. In media un dimagrimento sano che consente ai tessuti di adattarsi al nuovo corpo è di circa 500-700 grammi alla settimana, quindi non abbiate paura di non arrivare mai al vostro peso forma o troppa fretta di arrivarci.
Dimagrire variando di poco un alimentazione “pulita” , inserendo i consigli citati e utilizzando il workout come modo per aumentare il dispendio calorico del nostro metabolismo, è l’unico modo efficace per dimagrire senza far perdere eccessivamente volume al vostro decoltè.

Esercizi per il seno con la trainer Rebecca Louise

Con questo breve allenamento che puoi eseguire a giorni alterni, siamo sicuri che riuscirai a mantenere uno dei doni più preziosi che madre natura ti ha donato.
Il video è della famosissima trainer Rebecca Louise, dura solo 10 minuti e con la propria routine di esercizi vi regalerà l’effetto “boob lift” .
Buon Workout

Video workout per un seno sodo

Esercizi per rassodare il seno: video allenamento

Mini workout con esercizi per rassodare il seno

Video con esercizi per seno sodo

 

Esercizi per tonificare il seno col Fitness

La palestra è molto importante per mantenere o migliorare l’elasticità e la tonicità della pelle e dei tessuti, elementi fondamentali per un seno florido e bello.

In realtà però, non esistono esercizi specifici che migliorino l’aspetto del seno e il potenziamento selettivo di questi muscoli è poco efficace se non addirittura dannoso.

E’ giusto allenare i pettorali in modo che sostengano dolcemente il seno, senza però esagerare e farli diventare dei muscoli grandi ed importanti in quanto, come abbiamo appena detto, può creare seri problemi.

C’è da dire inoltre che il seno non è un muscolo, ma è formato essenzialmente di grasso sostenuto dai muscoli pettorali, quindi… tonificare il seno non è facile e allenarlo e migliorarlo può essere davvero complesso.

Seno perfetto: esercizi per il seno

Abbiamo raccolto quindi dei consigli e degli esercizi per avere un sedo sono grazie all’attività fisica.

Vi proponiamo un video che presenta un programma di allenamento completo per avere un seno sodo! Comprende degli esercizi muscolari, da alternare a degli esercizi posturali.

In alternativa al video, per ottenere un seno perfetto, ci sono semplici esercizi che ci permetto di ottenere ottimi risultati:

I piegamenti sulle mani

Sono i classici piegamenti a modi Marines. E siccome noi donne non abbiamo una forza così esplosiva da poterli fare in maniera semplice, possiamo adottare una tattica infallibile per renderli accessibili e poterli eseguire nel migliore dei modi: aiutati appoggiando le ginocchia al pavimento e vedrai che riuscirai a completare 2 serie da 6 ripetizioni ciascuna senza troppi problemi! Imparare a farli correttamente è più facile di quanto credi grazie al tutorial del trainer Toto!

PUSHUP: impara a fare i piegamenti da zero

Rassodare i pettorali con i pesi

Sdraiati sul letto con uno o due cuscini posizionati sotto la schiena così da sollevare leggermente il busto di qualche centimetro. Con due pesi da due chili ciascuno, apri le braccia lateralmente con i gomiti leggermente flessi, poi chiudine affinché i pesi si incontrino sopra il petto.

Fai 3 serie da 12 ripetizioni ciascuna.

Rassodare il seno grazie ai piegamenti sul letto

Posizionati a fianco del letto con le mani sulla sponda e stendi le gambe diritte e unite dietro di te. Fai dei piegamenti sulle braccia fino a sfiorare il letto con la punta del naso.

Fai 3 serie da 6 ripetizioni ciascuna, se proprio non sai da dove cominciare e non sai come eseguire bene gli esercizi puoi rivolgerti anche ad un personal trainer o una palestra.

Seno sodo: I massaggi

Se fatto dalle mani giuste, un bel massaggio rassodante è quanto meglio c’è per ottenere un seno perfetto.
Per raggiungere questo scopo è sufficiente un trattamento estetico a base di oli essenziali, ottimi per migliorare la tonicità e la struttura del seno.

Esistono anche diverse creme tonificanti per il seno in commercio, ma sono molto costose quindi perché non prepararle in casa?
Un’idea è quella a base di argilla verde (300 g) e albumi d’uovo (2): mescolateli con mezzo bicchiere d’acqua e applicate sul seno una volta al giorno per un aspetto subito più tonico e compatto.

Oppure puoi massaggiare i tuoi seni, sempre dell’esterno verso l’interno, intorno ai capezzoli, con olio d’avocado, d’argan, o di jojoba.
Puoi mescolare questi tre oli in quantità uguali (5 cl d’ogni tipo, ad esempio).

  • L’avocado è rigenerante, protettivo, ricco in vitamine e perfetto per le pelli delicate.
  • L’olio d’argan è ricco di vitamine antiossidanti (A, B, C, D, E, PP) e rallenta l’invecchiamento cutaneo.
  • L’olio di jojoba è idratante, ristrutturante e nutre la pelle in profondità.

Puoi anche prepararti questo infuso per rassodare il seno:

Fai un infuso con 30 g di serpollino, 30 g di timo e 20 g di rosmarino. Lascia che si raffreddi, filtra ed applica questa lozione sui seni. Lascia in posa per 10-15 minuti e risciacqua con un getto d’acqua fredda.

Alcune tisane sono miracolose per il seno, come un mix di luppolo, fieno greco e salvia, che rassondano e aumentano il volume della zona.
Un capitolo a parte lo meritano le smagliature sul seno, che per molte donne sono davvero un grosso problema…

Le smagliature sul seno

Purtroppo, la possibilità di formare questo fastidioso inestetismo proprio sul seno, è piuttosto alto.

Questo perché in tutto il corpo, ma sul seno in particolar modo, abbiamo geneticamente più massa grassa rispetto alla massa muscolare, perciò più a rischio di mettere su peso.
Inoltre l’uso di contraccettivi favorisce la comparsa delle smagliature, in quanto tendono a far aumentare il seno del doppio, e a volte anche di più.

Ovviamente bisogna anche tener conto delle eventuali gravidanze che fanno fisiologicamente aumentare il seno in pochi mesi possiamo anche di due o tre taglie.

In pratica, l’unico modo per prevenire questo sgradevole problema della pelle in realtà, è avere una buona genetica per quanto riguarda l’elasticità della pelle, che deve essere in grado di adattarsi perfettamente a queste varianti di peso e volume, oppure è necessario applicare regolarmente un olio o una crema elasticizzate di buona marca.

Seno sodo con il ghiaccio

Non fare docce troppo calde. L’acqua calda favorisce il rilassamento dei tessuti, meglio passare il getto di acqua fredda sul seno per tonificarlo.

Il trattamento per le vere coraggiose che regala risultati insperati nonostante lo shock iniziale è il ghiaccio. Per ottenere un seno molto sodo infatti, si può applicare un cubetto di ghiaccio per 5 minuti sul petto. La sensazione è traumatica forse ma vale assolutamente la pena.

Cosmetici per il seno

I prodotti in vendita che promettono di alzare e aumentare il volume del seno sono validi? Il discorso è sempre lo stesso: non sono miracolosi e, da soli, fanno ben poco. Ma se associati a tutti gli altri consigli inseriti in questo articolo possono davvero aiutare. Ecco alcuni prodotti in vendita su Amazon.

Somatoline-C Lift per seno, 75 ml
ERROR:#N/A - Salute e Bellezza
19,99 EUR



Secondo te qual è la formula magica per avere un seno perfetto? Svelaci i tuoi segreti di bellezza scrivendoli tra i commenti!