Corpo Umano

Come perdere 40 Kg: strategia per dimagrire senza riprendere peso

come perdere 40 Kg senza riprenderli
115views

Come perdere 40 Kg senza riprenderli. Quando i Kg da perdere sono tanti servono accortezze particolari. Partiamo col dire che i 40 sono un dati esemplificativo ma che ci volgiamo riferire a tutti coloro che partono da una situazione di obesità importante e non sanno proprio come iniziare per ritrovare il peso forma.

Non si tratta, ovviamente, di una ricetta miracolosa, ma di tanti suggerimenti per aiutare chi deve intraprendere un percorso di dimagrimento importante.

Come perdere 40 Kg con la dieta

Per dimagrire serve il deficit calorico, è vero, ma è altrettanto vero che quando i Kg da perdere sono tanti è importante non affidarsi al fai da te. Spesso si inizia col mangiare sano e con meno calorie, ottima strategia! Ma non sempre basta. Entrano in gioco molti fattori nel lungo periodo e sicuramente la dieta avrà bisogno di numerosi adattamenti tecnici che solo personale qualificato è in grado di mettere in atto.

e soluzioni per dimagrire quando la dieta non basta. Perché a volte non si tratta di sovrappeso, ma di obesità

L’obesità è una malattia. Per consapevolizzare sempre più persone il 10 e l’11 ottobre sono dedicati alla lotta all’obesità. Il 10 ottobre è l’Obesity day e in tutta Italia aprono le porte 120 centri ADI (Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica) e oltre 500 specialisti sono a disposizione per colloqui gratuiti di informazione, consulenze nutrizionali e valutazioni del grado di sovrappeso.

Chi non dimagrisce non sempre è per mancanza di volontà. Gli studi scientifici hanno dimostrato che giocano un ruolo ad esempio alcuni meccanismi neuronali  che agiscono sul controllo degli stimoli “alimentari” (in chi è obeso, a volte funzionano troppo).

Altre ricerche invece stanno provando che talvolta la causa è genetica e si nasce, quindi, con la predisposizione a essere obesi. In altri casi ancora, invece, è un comportamento psicologico errato che si è scatenato in una determinata fase della vita, a volte addirittura da bambini, e che ha portato alla costruzione di una corazza attorno al corpo per ripararsi dal mondo.

Per sapere se sei sovrappeso od obeso devi calcolare il tuo indice di massa corporea perché è il metodo riconosciuto a livello internazionale per identificare il grado di sovrappeso oppure di obesità.

Essere consapevoli di avere difficoltà non è un punto di debolezza, non abbiate mai paura a chiedere aiuto! Voi dovrete metterci molto impegno e fatica ma non vuol affatto dire che non abbiate il diritto a tutti gli aiuti possibili.

TEST PESO FORMA scopri se e quanto peso devi perdere

Dietista, dietologo o nutrizionista?

Quando si devono perdere molti Kg,  c’è bisogno di un aiuto professionale. Ma a chi rivolgersi? Cerchiamo di capire insieme le differenti figure professionali per capire quale fa al caso nostro.

  • Dietista: Ha conseguito una laurea triennale, ovvero il primo grado di laurea: non è un medico, ma un operatore sanitario. E’ un professionista che elabora, formula e mete in atto le diete prescritte dal medico e ne controlla l’accettabilità da parte del paziente. Non esiste un Albo Professionale che censisce la professione.
  • Dietologo: E’ un medico laureato in Medicina e Chirurgia, e successivamente specializzato dopo altri quattro anni di studio in Scienze dell’alimentazione. Ha la possibilità di diagnosticare una eventuale patologia e prescrivere, oltre alla dieta, eventuali farmaci o esami. Se dovete perdere molti chili o soffrite di una malattia, ma anche di un disordine alimentare, il dietologo è la figura professionale più indicata.
  • Nutrizionista: E’ un biologo che ha conseguito una laurea quinquennale: ha titolo nel valutare i fabbisogni nutritivi ed energetici delle persone, elaborando schemi alimentari e, come i dietisti, lavorare nell’ambito dell’educazione al cibo e della ristorazione collettiva. Può elaborare in autonomia diete, consulenze nutrizionali e prescrivere integratori alimentari. Non può invece prescrivere farmaci o formulare diagnosi di patologie. Qualora sospettasse la presenza di una malattia si limiterà indirizzarvi da un medico. Se fate sport tenete in considerazione l’idea di affidarvi ad un buon nutrizionista sportivo, in grado di affidarvi una dieta specifica per i vostri obiettivi.

Il consiglio è, indipendentemente dalla qualifica personale, scegliete la persona che più vi ispira fiducia, magari affidandovi ai consigli di chi ci è già stato. Il percorso da affrontare non sarà sempre facile ed avrà bisogno di riadattamenti, tanto vale scegliere una persona con cui riuscite a creare un buon rapporto di collaborazione e fiducia.

Un buon professionista, ad una prima visita, oltre a valutare il vostro stato fisico, vi farà molte domande per capire qual è il vostro stile di vita e affidarvi una dieta facile da sostenere. Molto spesso, soprattutto in fase iniziale, potrà chiedervi di tenere un diario alimentare. Vi sarà molto utile per capire il vostro approccio col cibo. Leggi qua come tenere un diario alimentare.

METABOLISMO: fai il nostro test per sapere quanto e cosa devi mangiare

Come perdere 40 Kg con lo sport

Anche l’attività sportiva per chi deve perdere molti Kg va scelta con particolari attenzioni. Non è possibile iniziare a fare sport caricando troppo peso sul corpo o si rischiano infortuni alle articolazioni!

“Senza fretta ma senza sosta” dovrà essere il vostro motto! Non pensate mai di poter ottenere subito grandi risultati, ci vuole tempo per cambiare. I primissimi Kg saranno i più facili da perdere perché andrete ad eliminare molti liquidi. Ma perdere peso significa ridurre la massa grassa! Ma allora quali esercizi fare per dimagrire? Prima di iniziare a fare attività fisica chiedete sempre il benestare di un medico. Inizialmente potete fare sport in acqua o attività molto leggere per poi aumentare gradualmente l’intensità degli allenamenti. Serve una strategia! Se non siete allenati per iniziare l’ideale è fare lunghe camminate a passo veloce. Scopri tutti i benefici della camminata per raggiungere il peso forma in questo articolo.

DIMAGRIRE CON LA CAMMINATA VELOCE

La camminata a passo veloce è ottima per bruciare parecchie senza rischiare infortuni. In molti obietteranno che allora è meglio la corsa perché ne fa bruciare di più. Ma provate a pensare che, se è vero che  a parità di tempo la corsa brucia più calorie della camminata, è anche vero che una persona non allenata è in grado di correre per pochissimo tempo. Le camminate continuative a passo veloce vi permettono di bruciare molte calorie, di non avere dolori muscolari e quindi di allenarvi con più costanza.

Insomma, per farla breve, meglio 40 minuti di camminata giornaliera che 10 di corsa una volta ogni tanto. Quando riuscire a camminare per un’ora agevolmente e avrete smaltito i primi Kg potrete iniziare con un workout più strutturato ma sempre adatto a voi!

BEGINNER WORKOUT: Esercizi per dimagrire a casa

Come perdere 40 Kg: psicologie di dimagrimento

Per dimagrire tanti Kg servono presa di coscienza, determinazione, e tanta consapevolezza. Insomma, un vero e proprio lavoro su se stessi! Non si tratta solo di deficit calorico ma entrano in gioco tantissimi aspetti della personalità. Nel mio personalissimo caso, ma sono convinta sia così per molti, il grasso non era la causa dei miei disagi ma la loro diretta conseguenza. Per iniziare a dimagrire e raggiungere il peso forma bisogna mettere in atto una precisa strategia psicologica da mettere in atto  contro le scorciatoie che durano una stagione.

Insomma, dimagrire non è un’impresa impossibile ma per dimagrire in modo definitivo senza riprendere i Kg persi è fondamentale lavorare su se stessi. Un’impresa non da poco! Ecco perché, se siete nel pallone, come per la nutrizionista non dovere avere alcuna remora a rivolgervi ad uno psicologo in grado di assistervi durante tutto il vostro percorso.