AllenamentoFitness

Acquagym benefici: per dimagrire e tonificare tutto il corpo

acquagym per dimagrire
315views

Acquagym benefici: per dimagrire, tonificare e combattere ritenzione e cellulite. Sono sempre di più le persone che decidono di allenarsi andando in piscina. Il fitness in acqua aiuta a dimagrire, drenare, dare tono, combattere la cellulite: cosa volere di più? Gli sport acquatici sono davvero tanti ed ognuno ha i suoi punti di forza. L’offerta è davvero ampia, ma quale scegliere tra i tanti sport in acqua?

Acqua fitness, acqua bike, nuoto, Zumba e anche yoga! Cerchiamo di scoprire insieme tutti i diversi corsi in acqua e come scegliere il migliore.

Acquagym benefici: tutti i benefici dell’allenamento in acqua

Allenarsi in acqua apporta numerosi benefici:

  • Dimagrire con la ginnastica in acqua: innanzi tutto consente di potersi allenare bruciando molte calorie grazie alla resistenza dell’acqua. L’attività fisica praticata in acqua ti consente di allenarti senza soffrire il caldo e ti aiuta a rassodare tutto il corpo in maniera efficace grazie alla forza di attrito dell’acqua che deve essere contrastata durante l’esecuzione dei vari esercizi.
  • Intensificare gli allenamenti: l’attrito potenzia infatti l’effetto di ogni movimento. La densità dell’acqua è infatti dieci volte maggiore rispetto a quella dell’aria.
  • Preserva le articolazioni: se hai molto peso da perdere, sei poco allenato o poco flessibile, allenarti in acqua potrebbe essere la soluzione che fa al caso tuo. L’acqua infatti sostiene il corpo e ti consente di muoverti in tutta leggerezza senza gravare sulle articolazioni. Non a caso la ginnastica in acqua è spesso usata anche da fisioterapisti per far recuperare i pazienti da un infortunio o intervento.
  • Combatte la ritenzione idrica e la cellulite: il massaggio svolto dall’acqua durante tutto l’allenamento stimola il micro circolo e consente di drenare e migliorare l’aspetto della pelle a buccia d’arancia.
  • Migliora la respirazione: la pressione dell’acqua sulla cassa toracica migliora la respirazione. In pratica la pressione idrostatica riduce il numero di volte che il cuore deve pompare sangue per soddisfare il fabbisogno di ossigeno.

Allenamento in acqua: quale scegliere?

Acquagym

Si tratta di corsi, strutturati in diversi livelli di difficoltà, che consentono di eseguire esercizi a corpo libero sfruttando il naturale attrito dell’acqua. Il dispendio energetico aumenta notevolmente e ci si riesce ad allenare senza sudare anche in piena estate.E’ una delle prime discipline nate per l’allenamento in piscina ed è sicuramente ancora molto diffusa, non vi sarà difficile trovare un corso adatto al vostro grado di allenamento

Acquafin 

E’ la naturale evoluzione dell’acquagym. Stessi esercizi ma eseguiti con l’ausilio di attrezzi da applicare a caviglie e polsi per aumentare ulteriormente la difficoltà e, di conseguenza, l’efficacia.  In pratica, ogni volta che si si compie un movimento si andrò a spostare una maggiore quantità d’acqua intensificando la difficoltà di esecuzione.

Acquabike o hydrobike  

E’ uno dei workout più diffusi tra quelli praticati in acqua. Si utilizzano apposite bici che vengono immerse in acqua per cira 120 cm. Gambe e busto lavorano completamente immersi in acqua e questo fattore ha il vantaggio di allenare completamente tutto il corpo.  

Non solo le gambe ma anche braccia e spalle. Spesso viene eseguito a ritmo di musica in modo da stabilire i velocissimi tempi di esecuzione degli esercizi.  E’ un allenamento che può raggiungere livelli davvero intensi. Si arrivano a consumare circa 300 calorie all’ora. Ovviamente dipende sempre dall’intensità dell’allenamento e da persona a persona. 

Water grid

E una disciplina che si basa su un mix di movimenti eseguiti in acqua in uno spazio ristretto delimitato da una griglia galleggiante. Ci si allena con attrezzi specifici come bilancieri e cavigliere in modo da intensificare l’allenamento e bruciare più calorie. Con l’acqua grid si arrivano infatti a bruciare circa 400-500 calorie  in un’ora. Info nelle palestre del circuito VirginActive.

Acquawalking 

Se vi siete innamorate di Walk at Home o comunque dei workout che simulano la camminata, questa disciplina fa proprio per voi! Si tratta infatti di una camminata in acqua.

Uno degli aspetti positivi è che può essere praticata con estrema facilità sia in piscina che al mare conferendo alle gambe un aspetto decisamente più tonico e sottile.

Molto utile anche per sgonfiare tutta la parte inferiore del corpo e a rassodare i glutei.
Se volete rendere questo allenamento più completo, immergetevi nell’acqua fino all’altezza del petto ed accompagnate la camminata con un regolare movimento delle braccia.

Acquakickboxing

E’ una delle ultime novità in fatto di allenamento in acqua ma sta prendendo piede molto velocemente. Allena tutto il corpo, ha un notevole dispendio calorico e diverte tantissimo permettendo di sfogare tutte le ansie accumulante durante l’anno.

Si utilizza la stessa attrezzatura di un tradizionale allenamento col sacco, anche i movimenti sono simili, anche se potenziati dall’effetto dell’acqua. Il lavoro di calci e pugni in acqua è più pesante dal punto di vista muscolare ma meno intenso dal punto di vista dinamico. Si arrivano a consumare circa 700 calorie all’ora.

Acqua Step 

Si utilizza uno step molti simile a quello usato tradizionalmente durante i nostri workout. Viene però fissato con delle piccole ventose al fondo della piscina.

Si sfruttano anche le stesse dinamiche di allenamento: salire e scendere dalla pedana porta a rassodare e tonificare cosce e glutei mentre il movimento necessario alle braccia per mantenere l’equilibrio, aiuta a tonificare anche la parte superiore del corpo, addominali compresi.

Acquapole

Se sei una pooldancer non potrai non amare questa disciplina! Si tratta infatti di un’attività fisica che usa lo stesso palo della pole dance, anche se per metà viene sommerso in acqua. Ottima per tonificare spalle, braccia e addome. Ogni lezione lezione dura dai 30 ai 60 minuti ed arriva a farti consumare circa 500 all’ora.

Acquazumba

L’acquaZumba è il workout ideale per chi vuole divertirsi inserendo esercizi ad alta energia e a basso impatto. Ovviamente a ritmo di musica latina. Siete pronti ad allenarvi e divertirvi come ad una festa?

Hydro-GAG

Si tratta di un vero e proprio workout a circuito.  La motivazione e la velocità di esecuzione degli esercizi vi entusiasmerà sicuramente. A tutti i partecipanti alla lezione verrà fatto cambiare spesso la postazione di lavoro rendendo il workout ancora più attivo. Solitamente prevede tre circuiti di lavoro: hydrorunner, hydrorecile ed esercizi specifici per la zona addominale.

Acquarap

Per fare questo workout vi verranno forniti degli elastici da posizionare sulle caviglie o sui polsi per allenare gambe e braccia. La particolarità di questa attività è che sfrutta il principio dell’allenamento isometrico. Gli allenamenti in isometria sono quei tipi di workout basati sul mantenimento di una determinata posizione. L’acqua vi aiuterà a mantenere la stabilità consentendovi di assumere e mantenere posizioni impensabili sulla terra ferma.

Acquatraining

Questo tipo di allenamento è eseguito usando speciali cinture che vi faranno galleggiare. In una piscina, senza arrivare mai a toccare il fondo, eseguirete tutti i vostri esercizi senza mai gravare sulle articolazioni. Spesso viene usato anche in fase di riabilitazione.

Woga, lo yoga in acqua

Il nome potrà sembrarvi strano ma altro non è che lo Yoga praticato in acqua. Sfruttando il contatto con l’elemento naturale dell’acqua, la totale assenza di gravità, il ricordo dei mesi trascorsi nell’utero materno si crea l’ambiente ideale per la meditazione e lo Yoga. 

Acquagym fa dimagrire?

Molto spesso ho letto domande del tipo “Ma acqua gym funziona per dimagrire?”, “Se faccio ginnastica in acqua riesco a perdere peso?”, “Quante calorie consumo con esercizi di acquagym?”. Partiamo dalle basi: per dimagrire serve raggiungere il deficit calorico. Il che vuol dire che bisogna consumare più calorie di quante se ne introducono. Per assurdo potrebbe essere raggiunto anche con la sola dieta, ma come rinunciare a tutti i benefici dello sport in acqua che abbiamo appena analizzato?

DIETA BILANCIATA da associare al tuo workout

Tanto più che l’acquafitness permette di bruciare molte calorie e quindi aiuta sicuramente a raggiungere il deficit calorico pur seguendo una dita umana e non troppo rigida.

Ciò che conta dunque, ciò che serve davvero per dimagrire è la costanza nell’allenamento associato ad una sana ed adeguata alimentazione.

METABOLISMO: fai il nostro test per sapere quanto e cosa devi mangiare

Le calorie che si bruciano in un’ora di acquagym possono variare da corso a corso e da persona a persona ma vanno dalle 300 alle 700 calorie anche se, indipendentemente dalle calorie bruciate, i benefici sono davvero tanti.

Acquagym, esercizi da fare nella piscina di casa

Se poi la tintarella non è l’unica cosa che vi interessa, e la vostra voglia di mantenervi in movimento si fa sentire, ecco altri esercizi che consigliamo:

  • Con l’acqua all’altezza del petto, correre sul posto per qualche minuto. In un secondo momento aggiungere lo slancio indietro di una gamba mantenendo ben saldo l’appoggio a terra con l’altra. Ripetere l’esercizio per ogni gamba.
  • Sempre con l’acqua all’altezza del petto, correre sul posto portando le ginocchia al petto. In un secondo momento aggiungere lo slancio in avanti di una gamba mantenendo ben saldo l’appoggio a terra con l’altra. Mantenere la posizione per qualche secondo e poi ripetere l’esercizio con l’altra gamba.
  • Acqua all’altezza del petto, partire da una posizione eretta a piedi uniti e saltare divaricando le gambe. Tornare alla posizione di partenza e ripetere.
  • Per rassodare le braccia, stenderle verso l’esterno formando una T col busto e assicurarsi che l’acqua arrivi fino al collo e copra le spalle. Spingere le braccia verso i fianchi con i palmi rivolti verso il basso, poi ripetere il movimento tornando alla posizione di partenza con i palmi rivolti verso l’alto. Se si vuole intensificare il movimento si possono tenere in mano dei pesetti.
  • Per esercitare gli addominali munirsi di un salvagente o materassino al quale ci si potrà appoggiare durante l’esecuzione dell’esercizio e assicurarsi che l’acqua arrivi fino alle spalle. Partendo da una posizione dritta, eretta, a piedi uniti, e mantenendo la schiena ben dritta, portare le gambe ad un’altezza parallela al suolo contraendo gli addominali. Ritornare alla posizione di partenza e ripetere.

Ricorda che è sempre bene, prima di iniziare l’attività fisica in acqua, effettuare una visita medica in modo da escludere problemi di pressione, cuore e valori del sangue.

PISCINE PUBBLICHE: come evitare i rischi dell’allenamento in piscina