Tecnologia

MyFitnessPal per dimagrire… come funziona?

myfitnesspal
204views

MyFitnessPal è un’applicazione gratuita che permette di tenere un diario online dove annotare l’alimentazione che si tiene ogni giorno e le relative attività fisiche svolte.

Una volta scaricato, al primo accesso sarà necessario creare un proprio profilo, con informazioni relative a sesso, età, altezza, peso e obiettivi Vuoi dimagrire? Di quanto? Quanto vuoi perdere a settimana? Ecc… Verrà quindi suggerito un valore di riferimento per capire quante kcal assumere giornalmente con la relativa suddivisione percentuale per marconutrienti (carboidrati, proteine, grassi). Questi valori possono poi essere eventualmente modificati a piacere, adattandoli magari a qualche schema alimentare che si sta già seguendo.

MyFitnessPall e sport

Se nella fase iniziale vengono già annotate un determinato numero di ore di esercizio settimanale, queste NON dovranno essere inserite nuovamente ogni giorno.

Infatti, avendole già preimpostate, queste rientrano già nel calcolo del fabbisogno calorico suggeritoci all’inizio. Se invece andremo a fare delle attività aggiuntive, queste dovranno essere aggiunte di volta in volta, in quanto ci daranno la possibilità di assumere qualche caloria in più!

Il mio consiglio è quello di non aggiungere nessuna attività fisica all’inizio, ma di annotarla quotidianamente. In questo modo, se un giorno faremo qualcosa in più e un altro qualcosa in meno o se cambieremo il modo di allenarci, non dovremo andare a modificare o a toccare nessun parametro.

Database MyFitnessPal

È già presente un database da cui accingere le informazioni su valori nutrizionali*. Potrai cercare manualmente gli alimenti o andare a puntare la fotocamera del telefono sul codice a barre del prodotto. C’è inoltre un secondo archivio con il dispendio calorico per ogni attività fisica. Nulla vieta, però, di aggiungere le informazioni delle proprie ricette e dei propri allenamenti creando delle schede personalizzate, da rendere pubbliche o mantenere private.

È anche possibile sincronizzare MyFitnessPal con altre app e periferiche che registrano alcune delle attività svolte in giornata (l’elenco delle app è disponibile sul sito ufficiale.

Essendo una comunità, i dati sono inseriti da utenti come noi! Quindi è bene far sempre attenzione a quello che leggiamo. Se qualche informazione ci sembra “sospetta”, la cosa migliore da fare è controllare altre voci per essere sicuri di inserire dei valori corretti.

Es: vedo che “Pasta Rossi” ha 20 kcal/100 gr. Vado a cercare quindi altre voci di “Pasta Rossi” per vedere se anche quelle contengono lo stesso valore. A questo punto basta valutare se, in linea generale, quell’utente è attendibile e il valore errato può essere solo considerato un errore

Le funzioni di MyFitnessPal

Passando al lato pratico del’app, nella schermata principale sarà sempre possibile vedere:

  • obiettivo: ovvero il fabbisogno calorico giornaliero
  • alimenti: ovvero le kcal ingerite
  • esercizio: ovvero le kcal bruciate con l’esercizio fisico
  • netto: ovvero quante kcal possiamo ancora aggiungere in giornata. Netto = obiettivo – alimenti + esercizio.

È anche possibile tenere il conto di quanti bicchieri d’acqua si sono bevuti in giornata, in modo di essere sicuri di aver raggiunto gli 8 bicchieri consigliati giornalmente.

ACQUA: quanto e cosa bere
Infine, ha anche un lato “social”, in quanto permette di tenersi in contatto con altre persone per scambiarsi idee, consigli, motivarsi e, perché no, prendere qualche spunto su cosa mangiare per pranzo o cena!

Raccomandazioni per l’uso di MyFitnessPal

Questa app non è da ritenersi un sostituto a nutrizionisti o dietologi, ma è solo un modo per controllare che l’alimentazione che stiamo tenendo sia effettivamente in linea con quella che dovremmo seguire. È quindi bene iniziare ad utilizzarla dopo essersi fatti un’idea ragionevole di cosa e quanto dovremmo assumere ogni giorno per mantenersi in forma e in salute.

Non utilizzatela per vedere quante poche calorie riuscite a mangiare perché questo, oltre ad essere molto pericoloso, non è lo scopo per cui questa app è nata!

Articolo realizzato da Morena Zecchillo