Fitness

Rinascere in un corpo nuovo – La storia di Ilaria

storie di successo - ilaria
125views

Per la rubrica STORIE DI SUCCESSO, oggi intervistiamo Ilaria Bianco, una attivissima spartana della nostra community facebook Workout-Italia | Official Community

Cambiare vita con dieta e allenamento

Ciao Ilaria, è un piacere averti qui con noi. Come vivevi prima dell’accendersi della scintilla del cambiamento?

I:  Ciao cari, grazie a voi, ma per tutto quello che siete io posso ben dire che il mio “prima” di cui chiedete corrisponde proprio a quel periodo passato senza conoscere questo gruppo e tutte le sue meravigliose storie di vita e amore.
Mai nella vita avrei pensato non soltanto di dimagrire, in quello diciamo ci speravo, ma di aprire gli occhi e il cuore ad un mondo così bello come quello del workout.

Sono sempre stata in carne, fatta eccezione per un breve periodo agli inizi dell’università dove per esigenze esterne il mio stile di vita ha subito un’inversione di marcia, non portandomi però poi da nessuna parte visto che in meno di 5 anni ho rivisto il tutto ripetersi.

Non ho mai amato la palestra o lo sport in generale, quindi potete ben capire come mi senta ora ad aver fatto del wo una priorità assoluta. Non sono solo dimagrita; sono proprio cambiata dentro. Ora sento che niente e nessuno potrà farmi ripercorrere gli stessi,  sbagliati, meccanismi che hanno sempre caratterizzato la mia vita da persona obesa.

Chi o cosa ti ha fatto scattare la voglia di ripartire? Raccontaci quel momento.

I: Una sera di fine gennaio 2016, uscita per una cena, ho assistito a quanto non capitava da anni ormai, e cioè essere derisa all’età di quasi 30 anni per il proprio aspetto. Una battuta, sentita dal tavolo affianco.
Arrivata a casa ho pianto, ho capito che qualcosa doveva cambiare perché non potevo sentirmi così,  non potevo più permetterlo,  avevo un bimbo ora, dovevo dimostrargli che l amore per sé deve essere prerogativa.
E così ho iniziato per un fatto esterno, ma è solo per un fatto interno che ho continuato e mai mollato: ME STESSA

Durante il tuo percorso di cambiamento, nei momenti di difficoltà, cosa ti ha aiutato ad andare avanti?

I: Il mio bimbo in primis, il volercela fare a tutti i costi per dimostrarmi una buona volta che sarei stata in grado di impormi sulla mia mente, per avere così una base da cui partire per affrontare tutti gli ostacoli contro cui ogni giorno combatto.

I nostri figli sono il motore della vita, hai ragione. Se ne hai avute, quali sono le difficoltà più grandi che hai incontrato?

I: Tutti incontriamo difficoltà , soprattutto in un percorso come questo dove il centro focale deve essere la propria persona, che, diciamocelo, chissà perché risulta sempre essere la più difficile da amare.

Le mie sono state principalmente relative all’organizzazione della mia nuova vita da mamma. Risulta ancora più difficile amarsi, quando accanto a te hai una creatura che ripone in te tutto il suo essere. Inevitabilmente la tua persona ne può venire sovrastata.
Quindi si, non è stato facile, ma più mi ripetevo che me lo e glielo dovevo, più trovavo forza e coraggio di non mollare. Anche perché mollando la mia vita sarebbe stata ancora poi più complicata.

Stavo facendo un investimento. Un investimento per la vita; non potevo tirarmi indietro.

Quello che investiamo in noi stessi è quello che ci ripaga di più! Oggi che hai raggiunto la tua forma fisica, quali le soddisfazioni maggiori? Hai anche avuto delle rivincite?

I: Con mio grande stupore e gioia Sì!  Ho scoperto di riuscire, motivandomi, a motivare anche tante altre persone che, anche senza volerlo, sono state la mia soddisfazione più grande poiché mi hanno fatto capire che ho tanta forza, forza che non credevo di avere.

Per quanto riguarda le rivincite posso dire di averne avuta una grandissima(in vista del mio matrimonio): realizzare il sogno di non dover provare vestiti da sposa oversize e di potermi permettere tutti i modelli che mi più desidero, anche il famoso abito a sirena.

Fissare gli obiettivi della dieta

Poter indossare un abito a sirena non è da tutti, complimenti! Qual è stato il tuo principale obiettivo? Lo hai cambiato in corsa, o sei ancora intenzionata a raggiungerlo?

I:  Il mio principale obiettivo, quello con cui sono partita, è stato quello di perdere almeno 30 chili, vedendo quindi il 6 per la seconda volta nella mia vita.
È cambiato in corsa nel senso che ho fatto della dieta uno stile di vita sano e duraturo e dell’allenamento una priorità assoluta,  e pertanto il mio obiettivo,  ora che di chili ne ho persi 35, è quello di continuare così per sempre, dimostrandomi amore infinito e che tutti gli sforzi fatti non saranno mai vani.

Hai un modello al quale ti ispiri? Una persona che stimi e cerchi di seguire?

I: Ogni giorno mi tuffo nello spirito del gruppo e trovo persone a cui ispirarmi, modelli da seguire. In particolare di quelle persone che non mancano di dare una mano, di complimentarsi con Vincenzo Ferrara (o Vin Metano), di farti sentire la loro vicinanza e che ogni giorno raccontano di sé, dandoti una forza inimmaginabile, pensando a come, nel mondo, non sei la sola a sentire certe emozioni e a provare certe difficoltà.
Tutto questo è davvero bello e REALE.
Nessun esempio potrà mai essere migliore di questo.
Poi a livello di fisico, e di come, con duro lavoro e allenamento, vorrei prima o poi essere, mi ispiro alla builder Anllela Sagra. Per me lei è il top!

Hai ricevuto supporto da amici/parenti/colleghi o sei stata ostacolata in qualche modo?

I: Per mia grande fortuna ho ricevuto solo supporto. O comunque mai nessuno ha provato ad ostacolarmi in qualche modo e direttamente.
Certo, la gente parla e parlerà sempre, ma il bello sta proprio nel fatto che , concentrando il percorso esclusivamente su se stessi, le malelingue spesso passano proprio inosservate! E anzi, ti danno ulteriore carica.

Dieta: giornata tipo

Raccontaci a grandi linee la tua giornata tipo: Come e quando ti alleni, cosa mangi. Riesci ad essere attenta tutti i giorni o ti regali qualche giorno di svago?

I: Ora sono in mantenimento da 2000 calorie (ho fatto dieta mediterranea da 1500) e me le godo tutte ! Sono da sempre una amante della buona cucina e amo sbizzarrirmi con la creatività. E questa per me è stata proprio una manna, poiché mi ha permesso di stare a regime senza mai stufarmi ma anzi mangiare di più e meglio di prima, sfidando ogni giorno le leggi della cucina light (grazie anche ai meravigliosi spunti del vostro gruppo vivilight al quale devo molto del mio sapere culinario light).

Attualmente perciò faccio colazione con un buon cappuccino e, a seconda delle giornate, pancakes light o dolce light preparato da me, cornetto integrale,  porridge d’avena, Fit cheescake o anche soltanto le classiche fette biscottate (che amo) con marmellata!

Per gli altri due pasti principali cerco di seguire la regola del piatto,  prediligendo fibre integrali,  proteine magre e frutta e verdura di stagione (in casa mia il cesto della frutta è sempre super pieno e il frigo straborda di verdure di ogni colore!).

Se a pranzo ho mangiato pasta o panino,insieme a verdure, a cena preferiró una proteina con verdura e l’immancabile pane integrale !
Per gli snack (cerco di mangiare ogni 3 ore e fare 6 pasti ) alterno frutta fresca a secca, estratti di verdura o centrifughe di frutta, uno yogurt greco con cereali, tè e tisane (ne consumo almeno 3 al giorno).

Bevo inoltre almeno 3 litri di acqua al giorno
Per l’allenamento, invece, avendo un bimbo di 2 anni, ho pochissima flessibilità. Devo fare quando dorme o quando qualcuno può distrarlo; siccome però questo capita raramente, rimedio allenandomi appena sveglia e a stomaco vuoto, mentre lui si gode la sua (sana) colazione

Cosa vuoi dire ai ragazzi e alle ragazze di workout-italia che pensano di non potercela fare?

I: Voglio dire loro di non smettere mai di crederci. Di non smettere mai di cercare la scintilla, perché credetemi, se si insiste e persiste, scatta a tutti.
Non c’è una regola universale sul cosa faccia scattare la risalita, o sul quando; ma sul se, non ci sono dubbi: SUCCEDE A TUTTI,  se lo si crede fermamente.
E arriva così,  come un dolce schiaffo e un fulmine a ciel sereno.
Poi non si molla più davvero!

Dieta: messaggio motivazionale

Bellissimo incoraggiamento, e anche molto vero. Prima di salutarti, hai una frase motivazionale a cui sei legata? Qual è?

I: Si ! Uno spezzone tratto da un libro dello psicoterapeuta Oscar Travino “L’ora o il mai più ” che cito :

” Dico una cosa che potrà sembrarti banale.
Fino a quando attribuirai fuori da te la causa delle tue lamentele, poco o niente potrà cambiare.
Nessuno su questo pianeta è mai stato così potente da cambiate qualcuno.
Cambia solo chi vuole davvero cambiare.
E talvolta lamentarsi è soltanto la strada più facile per evitare di agire.
Ma se sarai disposto a guardarti dentro, allora capirai che molto del tuo dolore lo stai scegliendo; magari con una non scelta […]”

Parole sconvolgentemente vere!
Scegliete di amarvi sempre.

Ciao Ilaria, Grazie!


Iniziare a dimagrire

La storia di Ilaria ti ha convinto che cambiare è possibile? Vuoi provare anche tu ad amarti? Inizia associando una sana alimentazione a un po’ di sport, bastano pochi minuti al giorno. Fai il test per sapere qual è l’allenamento più adatto a te.

TEST: Scegli il workout più adatto a te