Fitness

Yoga per principianti – Video 3

94views

CHE COS’E’ L OM?

Nell’immaginario comune l’Om è una roba da santoni, (o al massimo una bella immagine da appendere in casa), ed è normale pensarlo o sentirsi a disagio quando si fanno cose di cui non si conosce il significato.

In verità l’ OM è un mantra.

Yoga e mantra

La parola mantra deriva da due parole sanscrite: Man che significa “mente” e tra, che significa “proteggere e liberare”.

I mantra sono suoni – generalmente parole sanscrite – che quando vengono riprodotte generano vibrazioni in grado di apportare un beneficio diretto al nostro sistema energetico, al nostro corpo e alla nostra psiche. Possono essere ripetuti verbalmente, sottovoce, oppure mentalmente.

L’Om rappresenta il mantra per eccellenza, ed è chiamato anche “Bija mantra”,  ovvero il “suono seme”. (bija=seme).

 Dalla tradizione yogica, e non solo, è considerato il “suono primordiale“. Si pensa che prima della creazione della materia ci fosse questo suono e che perciò racchiuda in se tutte le energie che hanno permesso la formazione dell’universo.

Yoga, il significato dell’Om

La parola Om, scritta anche AUM, deriva dal sanscrito ed è composta da 4 sillabe.

Infatti vengono considerate 4 sillabe perché viene contata anche la sillaba finale silente, e ciascuna di esse assume vari significati a seconda di ciò che si considera.

Se si considerano i vari livelli di coscienza:

  • La prima sillaba A rappresenta la veglia;
  • La seconda U rappresenta il sonno;
  • La terza M rappresenta il sonno profondo;
  • La quarta sillaba, quella silente, cioè il silenzio che c’è tra una la recitazione del mantra e l’altra, rappresenta uno stato che trascende gli altri tre, che in sanscrito è chiamato turiya.

Se invece si considera l’energia, ogni sillaba rappresenta uno dei 3 guna (le energie materiali che influenzano la vita di tutti gli esseri viventi).:

  • A rappresenta tamas = ignoranza, inerzia, oscurità;
  • U rappresenta rajas = dinamismo, attività, passione;
  • M rappresenta satva = luce, verità, purezza;
  • Il suono silente invece rappresenta la coscienza pura, uno stato che trascende i tre guna.

Se invece si pensa alle divinità indiane:

  • A rappresenta Brahma, il creatore;
  • U rappresnta Vishnu, il conservatore;
  • M rappresnta Shiva, il distruttore;
  • Il suono silente invece rappresenta la realtà oltre le divinità.

Se invece vengono considerati gli stati della vita:

  • A rappresenta il presente;
  • U rappresenta il passato;
  • M rappresenta il futuro;
  • Il suono silente invece rappresenta la realtà che va oltre il tempo e lo spazio.

Il simbolo dell’Om

Di sicuro ti è capitato di vederlo in varie immagini dello yoga.

  • La curva in basso, quella più grande, simboleggia lo stato di veglia e rappresenta il più comune stato della coscienza umana, quello in cui la coscienza è rivolta verso l’esterno e vengono utilizzati i sensi.
  • La curva  piccola in alto a sinistra, simboleggia lo stato di sonno profondo, senza sogni.
    In questo caso la coscienza è rivolta verso l’interno.
  • La curva centrale (che si trova tra il sonno e lo stato di veglia) rappresenta lo stato di sogno.
  • Il punto invece, si riferisce al quarto stato di coscienza, conosciuto in sanscrito come Turiya. Questo è lo stato di super- coscienza, è come se fosse uno stato di beatitudine, potremmo definirlo il fine ultimo di ogni attività spirituale.
  • Infine, il semicerchio simboleggia Maya,  lo stato transitorio della coscienza che separa il punto dalle altre 3 curve.
    E’ un po’ come se fosse un ostacolo, ciò che ci impedisce di connetterci e di realizzare Turiya, ovvero lo stato superiore di beatitudine.

Benefici dell’Om

L’ Om è associato agli ultimi due chakra, ed in modo particolare al chakra del terzo occhio (Ajna), situato al centro delle sopracciglia, e rappresenta il centro dell’intuizione, della saggezza, della pace e del potere psichico.

Dal punto di vista fisiologico , la pronuncia ritmica e le vibrazioni hanno un profondo effetto calmante sul sistema nervoso, proprio come la meditazione. Perciò la mente si rilassa, lo STRESS scompare e così tutta la salute in generale ne beneficia.

Come si fa l’Om

  • Innanzitutto siediti sul tappettino in una posizione comoda con le gambe incrociate.
  • Fai un bel inspiro e espirando pronuncia la sillaba Aaaaaaaaaa. Questo suono dovrebbe iniziare alla base della gola e poi si dovrebbe espandere in tutto il petto, infatti lo puoi sentire vibrare.
  • Ora fai di nuovo un bel inspiro e pronuncia la sillaba Uuuuuuuuu. A questo punto dovresti sentire il suono più in alto del precedente, nella gola.
  • Successivamente un nuovo inspiro ed a questo punto pronuncia Mmmmmm. Ora invece dovresti sentir vibrare la testa.
  • La ultima sillaba, come avrai già appreso, è silente e consiste nello stare in silenzio per la stessa durata di ciascun suono precedente.

Una volta fatto questo è arrivato il momento di andare a riunire il tutto.

  • Sempre restando seduto, assicurati nuovamente che la schiena, il collo e la testa siano in posizione verticale.
  • A questo punto respira profondamente dal naso e, durante la successiva esalazione, canta Om cercando di riunire tutto quello che hai imparato precedentemente recitando le sillabe separatamente. Potrai sentire che le vibrazioni partono dal petto e man mano salgono fino ad arrivare nella testa. E’ importante che il suono delle tre sillabe abbiano la stessa durata. Non ti preoccupare se inizialmente non lo saranno, con la pratica ci riuscirai,
  • Una volta concluso il suono rimani in silenzio e continua ad ascoltare le vibrazioni dell’Om nel corpo.
  • Una volta capito come si canta Om, sta a te decidere come praticarlo.
  • Puoi sederti comodamente e ripeterlo continuamente.
  • Oppure puoi assumere Tadasana (posizione in piedi con la variazione con le mani unite in fronte al cuore) e cantarlo 1 o 3 volte prima e alla fine della tua pratica.

Namastè a tutti!!!!!!

Daniela