Community

Obiettivi: Come raggiungerli in 8 step

8 step obiettivi
438views

Obiettivi: raggiungili in 8 step, ti spieghiamo noi come! 

“Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare”
Lucio Anneo Seneca

Prendo in prestito le parole di Seneca per introdurre l’argomento di cui parlerò in questo articolo: cambiamento, obiettivi, procrastinazione. Se siete fra quelli che puntano la sveglia alle 7.00 per alzarsi alle 7.45, se siete quelli del “In cinque minuti ce la faccio” e poi “Ohmmioddio sono in ritardo”, se avete detto almeno un centinaio di volte “da domani” senza che quel domani fosse mai realmente arrivato; beh, sappiate che è con voi che vorrei parlare.

Molto spesso cominciare una dieta o un programma di allenamento per chi ha molti chili da perdere, equivale per la mente, in alcuni casi, ad uno sforzo eccessivo, che spesso fa infrangere i buoni propositi su false consolazioni. Direte a voi stessi che non vi importa, che tanto siete sempre stati così, che la bellezza non è tutto, che è costituzione, che punterete tutto sul cervello, ed inesorabilmente friggerete i vostri obiettivi e sarete al punto di partenza.

Ecco, vorrei provare a fornirvi un altro punto di vista, provare a fare luce sul funzionamento della vostra mente per darvi un calcio nel sedere (simbolico ovviamente) affinché quel domani che attendete da tempo, possa finalmente giungere.

Obiettivi: come funziona il cervello

Dovete sapere che il vostro cervello è abitudinario, a volte fin troppo, tende a riproporvi gli stessi schemi di pensiero senza rendervi consapevoli di quali siano funzionali e quali disfunzionali, non sempre vi consente di valutare quali abitudini possano essere utili e quali al contrario, vi rendono schiavi. Succede che cominciate la dieta, la palestra, i workout casalinghi e poi pian piano vi perdete, ritornate gradualmente alle vostre abitudini precedenti, succede che lo sforzo risulta eccessivo e il cervello ripristina gli schemi di sempre.

Uno dei modi più efficaci per non ricadere in questo errore è aumentare la consapevolezza sull’abitudine negativa, è rivelare a sé stessi il contenuto emotivo che sottende allo schema disfunzionale che si ripete…Come? Iniziamo col dire che la vostra mente ha bisogno che le parliate chiaro, voi le parlerete chiaro, lei avrà una rotta da seguire.

Dunque dotatevi di un bel foglio e una penna, trovate un posto ed un momento tranquillo in cui possiate concentrarvi senza che niente e nessuno interferisca e cominciamo.
Procediamo per ordine (l’ordine nel cervello è importante altrimenti tenderà a portarvi dove vuole lui) organizzeremo la questione in step successivi in modo da non lasciare niente al caso.

Fissare e raggiungere un obiettivo

I° step – Definizione dell’obiettivo

Qual è il vostro? Perdere i vostri chili di troppo? Cominciare ad allenarvi? Scrivetelo, e mi raccomando, non usate il condizionale, banditi i mi piacerebbe e vorrei, ben vengano frasi come VOGLIO PERDERE 10 CHILI, VOGLIO ALLENARMI PER AVERE UN CORPO CHE MI PIACCIA. In questo modo metterete la mente al vostro servizio, le darete un comando chiaro e preciso, in modo che possa cominciare a lavorare per voi e non contro di voi.

II° step – In quanto tempo raggiungere l’obiettivo?

Indicate i tempi in cui pensate di raggiungere quello che vi siete prefissi, cercate di essere realisti, non sparate alto se non volete mettervi in una condizione sfavorevole già in partenza. Se posizionate l’asticella in un punto troppo elevato, il sabotaggio del cervello è molto probabile. Meglio procedere per gradi!

III° step – Quale difficoltà esterna potrebbe impedirvi di raggiungere l’obiettivo?

Ogni volta che aspiriamo a qualcosa possono intervenire difficoltà contingenti che frapponendosi ,rallentano o impediscono il raggiungimento dell’obiettivo. Un esempio può essere una patologia organica (tiroidea, ormonale o simili) oppure una difficoltà psicologica, il cosiddetto brutto periodo dovuto a problematiche di tipo emotivo, o invece ad impedimenti di natura quotidiana (lavoro, mariti o figli). Qualunque cosa sia, individuatela, vi servirà ad aumentare la consapevolezza e a guardare la vostra vita in maniera particolareggiata.

Superare le difficoltà che non vi fanno raggiungere un obiettivo

IV° step – Cosa fare per superare le difficoltà?

Sappiamo che l’imprevisto può generare confusione, perciò non facciamoci cogliere impreparati, nello step precedente abbiamo individuato potenziali problemi, adesso, in positivo, individueremo potenziali soluzioni. Qui la parola d’ordine è ORGANIZZAZIONE. Se avete una patologia organica, chiedetevi se avete fatto tutto il possibile per guarirla, se non avete fatto abbastanza, cominciate da qui; i brutti periodi ci sono sempre, le difficoltà anche, minimizzare non serve, ma nemmeno esasperare una condizione di per sé già difficile non è utile. Provate a ripartire da voi, spesso in questi momenti trovare un aggancio per ricominciare può aiutare a sentirvi meglio. Infine, se siete donne, se lavorate e vi occupate della vostra famiglia può essere un problema ritagliarvi un momento per voi stesse, nel quale riprendere in mano la vostra vita. Può essere difficile ma non impossibile, pensateci!

V° step – Quale difficoltà interna potrebbe impedirvi di raggiungere l’obiettivo?

Spesso siete voi il vostro sabotatore, sono le vostre insicurezze o peggio la vostra rassegnazione, che seppure in alcuni casi può essere mezza felicità, in questo caso non lo è. Guardatevi dentro, trovate le molle dei meccanismi sbagliati e aggiustatele attaccandovi ad uno stimolo che possa servire da traino per farvi uscire definitivamente dallo stallo.

VI° step – Come fare a superare questa difficoltà?

Non crederete mica che si possa lasciare tutto al caso! Se siete riusciti a stanare il problema mettete in atto strategie compensative. In gergo si potrebbe dire: “rimanete sul pezzo” non fatevi distogliere, la vostra mente ha la particolarità di rimandarvi al pensiero negativo per avvertirvi di un pericolo, in questo caso non dategli ascolto, lei ragiona per schemi di apprendimento, e se una volta avete fallito, tenterà di non farvi ricadere nello stesso errore per evitarvi la sofferenza del fallimento…dovete creare un nuovo apprendimento, positivo questa volta, che vi permetta di andare avanti.

I benefici degli obiettivi raggiunti

VII° step – Qual è il contenuto emotivo del vostro obiettivo?

Se dimagrirete o avrete un corpo migliore, cosa avrete raggiunto in realtà? Forse più autostima? L’approvazione degli altri? Forse qualcuno si accorgerà di voi? Forse smetterete di nascondervi e comincerete ad essere veramente voi stessi? Io non lo so, ma voi di certo sapete di più sulle vostre emozioni. Allora usatele! Le emozioni sono armi potentissime, in grado di dare una bella spinta alla vostra motivazione, e se siete motivati, potrete ottenere qualsiasi cosa. Pensate a cosa riuscite a fare per amore!

VIII° step – Chi gioirà con voi del raggiungimento del vostro obiettivo?

Trovate degli alleati fatevi spronare da quello che rappresentano per voi, parlategli di quello che volete fare, del vostro progetto, saranno insieme a voi nella battaglia e si sa: aver compagno al duol scema la pena. Allora…siete pronti a cominciare? Sappiate che potrete usare questo schema per qualsiasi obiettivo deciderete di perseguire nella vostra vita, scrivetelo e rileggetelo ogni volta che sentite di stare perdendo la meta.
Buon vento.
DOTT.SSA G. VENTURA

Se credi sia impossibile farcela, prova a motivarti leggendo le storie chi chi ci è riuscito

STORIE DI SUCCESSO: scopri i segreti di chi ce l’ha fatta