Community

Adele magrissima su Instagram – Il nostro punto di vista su questa trasformazione

Adele dimagrita
1.09Kviews

Adele, dopo essere sparita per un po’ dalle scene, si mostra in un post su Instagram ringraziando tutti i fan che le hanno fatto gli auguri per il suo trentaduesimo compleanno. Stupisce tutti mostrandosi in un elegante tubino nero che mette in risalto il suo nuovo fisico.

E’ dimagrita 30 Kg e il web è alla caccia del suo segreto miracoloso. Ognuno ha qualcosa da dire e, ben presto, finisce sulle bocche, e sui social, di tutti.

Lei stessa ha rivelato di aver seguito la dieta Sirt sotto controllo medico e di aver associato attività fisica, in particolar modo Pilates. Non c’è dunque, un segreto da scoprire. Ma allora perché tutti ne parlano?

La dieta Sirt

Che Adele sia dimagrita seguendo la dieta Sirt non è, appunto, un segreto. Lei stessa ne ha parlato elogiandone la sostenibilità e, ovviamente, i risultati che le ha fatto ottenere.

La dieta Sirt è un particolare regime alimentare che si basa sull’assunzione di cibi che attivano le sirtuine, responsabili della stimolazione del metabolismo. La sua particolarità sta infatti nel dirti cosa mangiare a differenza di molte altre diete che, invece, ti dicono cosa non mangiare.

La dieta Sirt si divide in due fasi:

  • Prima fase dieta Sirt: Dura una settimana e sono concessi solo cibi liquidi e un solo pasto solido al giorno. Durante i primi tre si devono assumere per lo più cibi liquidi come succhi di verdura e frutta ed un solo pasto solido al giorno, per un totale di 1000 calorie. Nei restanti quattro giorni le calorie diventano 1.500 e sono previsti due succhi e due pasti solidi.
  • Dieta Sirt di mantenimento: i pasti solidi vanno sempre accompagnati da succhi e centrifughe.

I succhi verdi Sirt si devono assumere in tre momenti diversi della giornata (al risveglio, a metà mattina e a metà pomeriggio), accompagnati all’inizio da un pasto solido (preferibilmente a pranzo) e 20 grammi di cioccolato fondente (la sera). Poi i pasti solidi aumentano a 2 al giorno.

Il principio della dieta del gene magro è molto semplice: devi assumere costantemente alimenti Sirt, ossia cibi che attivano le sirtuine. Sono alimenti Sirt olio extravergine d’oliva, cioccolato fondente, vino rosso, the, caffè, fragole, mirtilli, noci, grano saraceno, peperoncino, cavolo, radicchio, cipolla rossa e rucola.

Sembrerebbe proprio una dieta piuttosto restrittiva che andrebbe fatta sotto controllo medico. Personalmente non la sceglierei mai, ma è anche vero che non ho le competenze mediche per esprimere un giudizio sulla dieta in sé e per sé. Il fatto è che non hanno le competenze necessarie nemmeno tutte le persone che hanno giudicato Adele! Giusto per ribadire che qui, il problema non è (solo) la dieta!

Adele dimagrita, ma qualcosa non quadra!

Adele ha perso 30 Kg, racconta di averlo fatto sotto controllo medico associando dieta e sport. Ma allora qual è il problema? Cercando sul web la notizia, prima ancora che il contenuto degli articoli, mi sono soffermata sui titoli. Già questi sono bastati a farmi venire i brividi (più dell’idea di dover ingurgitare succhi verdi tutto il giorno).

Non so voi, ma io li ho trovati totalmente fuori luogo. Vi spiego perché mettendone prima alcuni per farvi capire di cosa parlo:

“Sbalorditiva: Adele compie 32 anni e svela il nuovo fisico mozzafiato”

L’unione Sarda

Sbalorditiva perché è dimagrita? Ok, ha fatto un percorso notevole, ma parliamo di una donna che ha ottenuto traguardi impressionanti e che ha dimostrato al mondo in molteplici occasioni di essere ‘sbalorditiva’ grazie alle sue doti canore ed al suo senso artistico.

“Adele si mostra ai fan dimagritissima per il 32esimo compleanno”

Il Messaggero

Dimagritissima?! Va beh, qua nemmeno commento.

“Adele perde 45 Kg: la nuova splendida foto su Instagram”

DiLei

Nel dubbio, sempre meglio esagerare. Fatto sta che anche qui conta ‘la nuova splendida foto’ ma non il messaggio che la cantante voleva trasmettere.

“Adele dimagritissima la foto lascia tutti a bocca aperta”

Gossip.it

Di nuovo?

La Repubblica da il meglio di se perché, se inizialmente mi fa ben sperare titolando “Adele sempre più magra, la trasformazione della cantante divide i social: polemiche e complimenti” poi, mi cade nell’articolo vero e proprio scrivendo:

“Sui social l’immagine ha diviso gli utenti di tutto il mondo, tra chi la preferiva prima e chi le ha fatto i complimenti”

Certo, il punto focale è proprio da porre su “era meglio prima o adesso?” Ma nessuno pensa come me che il dimagrimento di Adele non dovrebbe essere una notizia virale? In un mondo utopico non dovrebbe proprio essere una notizia, ma mi accontenterei pure di meno clamore e più empatia.

Che la cantante stesse facendo un percorso di dimagrimento non era una novità assoluta: si era vista in alcuni video girati al matrimonio di Laura Dockrill e Hugo White con già parecchi chili in meno. In quell’occasione aveva anche annunciato l’imminente uscita del suo nuovo album. Ovviamente tutti parlavano del suo fisico.

Ora, per i suoi 32 anni, appare su Instagram ringraziando per gli auguri ricevuti dai fan ma, soprattutto, per parlare della sua quarantena e ringraziare medici e personale sanitario. Un bel messaggio, insomma. Anche se, si sa, ciò che è rimbalzato sui giornali è stato il tubino nero che fasciava il suo nuovo corpo snello.

Qualsiasi cosa faccia, e parliamo di una donna che ha fatto molto e non avrebbe da dimostrare nulla a nessuno, finisce nel mirino del giudizio collettivo. Quello che perdiamo i vista è che la sua perdita di peso non dovrebbe essere una notizia da triturare sui giornali, ma un fatto privato da rispettare.

Come spesso sento ribattere anche su Workout Italia, so già che c’è chi dirà “Ma lei si è esposta e io ho la libertà di dire il mio pensiero!”. Non si tiene in considerazione il fatto che, in un modo o nell’altro tutti ci esponiamo e, proprio per questo, tutti dovremmo avere la delicatezza di non giudicare gli altri. Che non vuol dire reprimersi e non dire quello che si pensa, ma semplicemente farlo quando richiesto, quando utile e nei modi corretti. Adele è un personaggio pubblico e per lavoro si espone più di altri. Ma pur sempre per lavoro, lasciatele almeno la privacy su ciò che ha di più sacro: se stessa!

Oltre a questo c’è un passo in più che mi sento di fare col ‘caso Adele’. Ancora una volta al corpo di una donna e al suo aspetto viene dato un peso eccessivo. Un peso che si riversa in modo greve su tutte le persone che lo subiscono. Non faccio una questione di genere, sia ben inteso, lo stesso discorso varrebbe anche per un uomo. Anzi, il mio discorso vuol proprio sottolineare l’importanza che dovrebbe avere la mente (e l’animo) di una persona a prescindere dal corpo.

Ogni persona deve poter cambiare ma, al tempo stesso, ha tutto il diritto portare avanti un cambiamento fisico strettamente legato a uno interiore. Mi spiego meglio: quando si intraprende un percorso di dimagrimento importante, non è mai solo una questione di Kg. Si dimagrisce perché si è iniziato a volersi bene, si dimagrisce per senso di sfida, per rivalsa, per adottare uno stile di vita salutare, perché finalmente si sta bene con se stessi o perché, magari, ci si odia…

I motivi sono mille e, ogni volta che si spara un giudizio, ci si dovrebbe ricordare che da una foto la cosa più importante non si vede. Troppe volte il peso è considerato un argomento sul quale tutti possono ed hanno il diritto di dire qualcosa. E’ un parametro semplice, non servono competenze  (anche se in realtà servirebbero) e chi esprime il giudizio finisce per sentirsi allo stesso livello di chi lo riceve. L’Italia è un popolo di santi, virologi e dietisti!

Ma chi siamo noi per decidere se è dimagrita troppo o troppo poco? Se stava meglio prima od è più bella adesso? Dal momento in cui è sparita dalle scene al momento in cui è riapparsa con i 30 Kg in meno sono passati circa due anni. Lei stessa ha dichiarato di averlo fatto come gesto d’amore nei confronti del figlio Angelo. Ok, ogni dieta con un nome tende a creare sospetti, ma Adele ha raccontato di essere stata seguita da un medico e di aver associato una corretta attività fisica grazie al Pilates (se vuoi seguire il nostro programma gratuito di Pilates per Principianti, clicca qui). Insomma, un percorso del tutto personale che è coinciso anche una fase creativa che le ha permesso di realizzare un nuovo album eppure…

Eppure molti si sentono traditi da questa nuova Adele. Forse perché in passato aveva fatto dell’accettazione del suo corpo un cavallo di battaglia, forse perché il dimagrimento l’ha resa quasi irriconoscibile suscitando un senso di straniamento o forse semplicemente perché piace spettegolare su un personaggio famoso dimenticando fin troppo in fretta che, in realtà, è una persona.

A volte ho il sospetto che sia il cambiamento stesso a destabilizzare e renderci un po’ feroci. Perché noi non riusciamo a cambiare, perché il percorso degli altri sembra sempre più semplice, perché la situazione in cui ci troviamo, per quanto non idilliaca ci spaventa meno di un futuro ignoto. Fatto sta che non dovremmo mai giudicare gli altri sulla base delle nostre paure o convinzioni. Adele, come chiunque altro, merita di poter cambiare senza dover rendere conto a nessuno perché sta facendo il suo percorso. Un percorso che, già per il fatto di essersi messa in gioco, l’ha resa la miglior versione di se stessa. Indipendentemente dai Kg.

Ah… Non so se avete letto tra le righe, ma a settembre 2020 uscirà il nuovo album di Adele.