Corpo UmanoFitness

Posizione nel sonno: riposare bene per allenarti meglio

dormire per allenarsi meglio
262views

Posizione nel sonno, parliamone! Sapevi che riposare bene è essenziale per recuperare le fatiche del tuo allenamento? Non  è solo una questione di pigrizia amare il riposo, anzi! Dormire bene ti permette non solo di azzerare le fatiche del tuo workout ma anche di affrontare il prossimo al meglio delle tue forze.

Se ti alleni quando sei troppo stanco non dai certo il meglio di te e i risultati tarderanno ad arrivare. Inutile dire che non è solo una questione di quantità, ma anche di qualità del sonno. Sonno e sport sono strettamente legati: lo sport aiuta il sonno ed il sonno aiuta gli atleti.

In America si da così importanza al sonno legato all’attività sportiva che alcune squadre di NBA e NHL hanno deciso di affiancare agli atleti uno “sleep coach” ? Un vero e proprio esperto del sonno!

Come sapere se hai dormito a sufficienza e bene? In commercio ci sono molti tracker che, oltre a monitorare i tuoi allenamenti, tengono anche traccia del sonno. Riescono a fornire un sacco di informazioni precise: non solo la quantità di ore dormite, ma anche la suddivisione in fasi di sonno REM, leggero e profondo. Se stai pensando di acquistarne uno, il Fitbit Charge 2 è davvero ottimo!

Offerta
Fitbit Charge 2, Braccialetto per Fitness e Battito Cardiaco Unisex-Adulto, Nero, Large
  • Monitora il tuo battito cardiaco in modo continuo e automatico direttamente dal polso
  • Controlla il battito cardiaco automaticamente e in modo continuo direttamente sul display per rilevare le calorie bruciate
  • Ottieni il ottimo dai tuoi esercizi utilizzando zone cardio semplificate
  • Registra l'attività dell'intera giornata, come passi fatti, distanza percorsa, calorie bruciate, piani saliti e minuti attivi
  • Con accesso istantaneo a dati, ovunque tu vada, hai sempre con te la motivazione per essere più attivo

Se punti al top di gamma in casa FitBit, leggi la recensione dell FitBit  Ionic

Qual è la posizione migliore per dormire?

Una buona postura è essenziale non solo quando siamo svegli, ma anche quando dormiamo. Purtroppo sono tantissime le persone che assumono posizioni sbagliate durante il sonno, quindi dormono e riposano male. Tutto ciò, com’è ovvio, ha delle ripercussioni sulla salute e sulla qualità della vita. in realtà non c’è una posizione nel sonno universalmente valida per tutti.  Se ci pensi è naturale: non siamo tutti uguali ed ognuno deve seguire le proprie inclinazioni. Scopriamo insieme i vantaggi, e gli svantaggi, di ogni posizione nel sonno:

Posizione nel sonno: la fetale

E’ una delle posizioni più comuni. Ci ricorda la posizione presa nell’utero materno e diventa una sorta di coccola rassicurante che ci aiuta a prendere sonno.  In pratica ci si sdraia di fianco portando le ginocchia al petto e, molto spesso, abbracciando il cuscino. E’ consigliata a chi russa o, comunque, ha problemi respiratori, e alle donne incinte. Evitala invece se hai problemi alla schiena o di cervicale. In questo ultimo caso sarebbe meglio dormire a pancia in su.

Posizione nel sonno: la semi fetale

Sapevi che è la più utilizzata? Addirittura il 60% della popolazione si addormenta in questa posizione. Se anche tu dormi di lato con le braccia e le gambe leggermente piegate, sappi che stai facendo bene: è infatti considerata tra le migliori per dormire. Per migliorare questa posizione, metti un piccolo cuscino tra le ginocchia.
Il consiglio in più: se soffri di reflusso gastroesofageo dovresti dormire girato sul fianco sinistro. Dormire sul lato sinistro aiuta sia lo stomaco che il cuore.

Posizione nel sonno: a pancia in giù

Ami dormire a pancia in giù? Magari con le braccia sopra la testa ed il collo di lato. Devi sapere che questa posizione può aiutare la digestione ma, attenzione, non supporta la spina dorsale e, a lungo andare, può provocare mal di schiena. Per migliorare la situazione del tuo collo, potresti provare a posizionare un piccolo cuscino sotto la pancia e l’inguine, così da ristabilire un corretto allineamento. Se dopo questo accorgimento provi dolore nella parte superiore della schiena, prova ad eliminare il cuscino sotto la testa.

Posizione nel sonno: a pancia in su

Non sono molte le persone che amano dormire a pancia in su. Se sei tra i pochi ad addormentarti con lo sguardo rivolto verso l’alto e le braccia abbandonate ai lati, devi sapere che questa posizione ha alcuni indubbi vantaggi ma anche qualche svantaggio. Se da un lato è perfetta per supportare la schiena ed il collo, dall’altro porta a peggiorare la situazione di chi russa.  Ricordate sempre di non usare troppi cuscini. Perfetto, se avete problemi di cervicale, il cuscino ergonomico pensato apposta per assicurarvi un corretto appoggio.

Cuscino cervicale in memory foam Dune
  • Il cuscino ergonomico in memory foam Dune Cervical ha un nucleo viscoelastico con un effetto memoria e termosensibile. Il design sagomato supporta la testa e il collo per un allineamento naturale della colonna vertebrale. Caratteristiche tecniche: ýý - Rivestimento esterno con cerniera: raso 100%

Posizione nel sonno e personalità

Abbiamo visto che ognuno ha la sua posizione preferita. Quello che forse non sai è che la posizione assunta nel sonno può anche rivelare qualcosa del tuo carattere. Non ci credi? Prova a leggere gli abbinamenti posizione del sonno/personalità e poi facci sapere che ne pensi.