Corpo UmanoFitness

La stanchezza cronica, come combatterla

stanchezza-cronica
310views

La stanchezza ti ha colpito e non se ne va? Fai fatica a recuperare (i workout e la quotidianità) e ti senti scarico?  Vorresti andare a dormire e risvegliarti a l’anno prossimo? Spesso la stanchezza eccessiva è sintomo di un disturbo, altrettanto spesso è da ricercarsi in uno scorretto stile di vita.

Una volta appurato di non avere patologie, ti forniremo tanti pratici consigli per combattere la stanchezza eccessiva. Alimentazione, sport, stile di vita, ritmo sonno/veglia… Tutto può influire a migliorare tono e umore. E se hai bisogno di un aiuto in più ti consigliamo tanti rimedi naturali per ritornare in perfetta forma fisica e mentale!

Cause della stanchezza cronica

La stanchezza può dipendere da cause di natura fisica o di natura psicologica. Può durare per un breve periodo o cronicizzarsi, proviamo insieme a distinguere il tipo di stanchezza di cui soffri.

Stanchezza stagionale

Inutile negarlo, ci sono particolari momenti dell’anno in cui la stanchezza si fa sentire più del solito: quasi sempre in primavera o in autunno. Se la stanchezza si fa sentire nel periodo di passaggio da una stagione all’altra, allora soffri di stanchezza stagionale. Non è grave e succede, anche se in misura diversa, un po’ a tutti. Il copro deve affrontare diversi cambiamenti e mettere in atto meccanismi di compensazione che danno un surplus di lavoro.

Astenia

Se però soffri di stanchezza eccessiva non legata ad un periodo particolare, allora possiamo parlare di astenia. Per astenia intendiamo stanchezza che si presenta anche a riposo. Condizione che ovviamente viene aggravata in condizione di sforzo. Spesso è di origine nervosa o muscolare e può essere associata ad alcune patologie come ad esempio anemia, diabete mellito, ipotiroidismo o ipertiroidismo.

Sindrome della stanchezza cronica

La sindrome da stanchezza cronica è una condizione che va ben oltre la comune stanchezza e che non si risolve semplicemente con il riposo. Non è affatto da sottovalutare ma, anzi, va presa come un serio campanello d’allarme e affrontata al più presto. Quali sono le probabili cause?

  • Problemi di peso: Essere troppo magri o in sovrappeso porta ad avvertire maggiormente la stanchezza
  • Alcune patologie: Diabete, anemia, infezioni, ipertiroidismo, pressione bassa, malattie metaboliche…
  • Forma fisica: Se non ti alleni da anni, anche se ti senti stanco, è proprio il caso di iniziare (con cautela, mi raccomando) ad allenarti perchè una buona forma fisica aiuta ad affrontare tutto nel modo giusto e sentire meno l’affaticamento dovuto alle normali attività quotidiane.
  • Gravidanza e allattamento: Non sono certo una malattia ma si tratta comunque di una condizione fisica che richiede notevoli energie
  • Sonno insufficiente: Dormire poco, o anche avere un ritmo sonno-veglia sfasato non permette al corpo di recuperare a sufficienza e fa costantemente sentire stanchi e demotivati.
  • Condizioni mentali non ottimali: Preoccupazioni, stress eccessivo, depressione, ansia, insonnia.

Il primo, imprescindibile, consiglio è quello di non sottovalutare la stanchezza. Spesso si tende a voler resistere, a non cedere per non ritenersi un fallito ma ricorda sempre che prenderti cura di te stesso è la più grande forma di forza. Imparare ad ascoltare il proprio corpo e concedergli ciò di cui ha bisogno, riposo compreso, è fondamentale per essere efficienti e poter dare il massimo in qualsiasi situazione.

Come combattere la stanchezza cronica

Come prima cosa rivolgiti al medico e parlagli apertamente della tua condizione. Insieme valuterete se è il caso di fare accertamenti per escludere patologie in atto e ricorrere eventualmente a farmaci. Una volta escluse patologie mediche, ci sono però anche tanti piccoli accorgimenti che ti possono aiutare a sentirti più in forza ed attivo. Vediamoli insieme!

  • Dormire bene

Dormire tra le 7/8 ore a notte è fondamentale per il tuo benessere fisico. Sapevi che chi non dorme a sufficienza tende anche ad ingrassare?  Oltre alla quantità è però molto importante anche la qualità del sonno.
L’ideale sarebbe avere orari regolari, non eccedere col cibo, dormire in un ambiente silenzioso e confortevole, cercare di non portarsi a letto stress e problemi.  Piccolo consiglio: se fai fatica ad addormentarti sarebbe meglio evitare di allenarti la sera perchè potrebbe indurre uno stato di eccitazione e peggiorare la situazione.

  • Mangiare bene

Mangiare troppo, troppo poco o in modo sregolato può peggiorare la sensazione di stanchezza. Carenze vitaminiche portano il corpo ad andare in deficit di energia, ecco perchè è importante mangiare bene ed il più vario possibile. Un altro motivo per cui ti senti stanco potrebbe anche essere che bevi troppo caffè: inizialmente stimola la produzione di adrenalina ma questo effetto è temporaneo. Tra gli alimenti rigeneranti e energizzanti da consumare in vista dell’arrivo della primavera puoi consumare: avena, spinaci, legumi, frutta secca e fresca, semi oleosi, mandorle, semi di zucca, e yogurt.

  • Bere a sufficienza

Sapevi che il nostro corpo è fatto al 50% di acqua? Se bevi troppo poco il tuo metabolismo rallenta e avvertirai maggiore fatica.

  • Sport

Se vuoi sentirti più in forma ed energico devi per forza di cose allenare il tuo corpo. Un allenamento regolare aiuta a mantenere il corpo più efficiente, a rispodere maglio alle fatiche ed allo stress quotidiani ed anche a contrastare con più efficacia i piccoli malanni.

  • Fai il pieno di sole!

Può sembrare strano ma, è dimostrato, la luce del sole aiuta a sentirsi più energici.

  • Combatti lo stress

So che è quasi impossibile eliminare completamente lo stress ma cerca di prenderti una pausa ogni tanto per non arrivare al limite. Potrebbe essere molto utile fare un po’ di meditazione yoga. Segui questo semplice video:

E se cerchi una pratica yoga che aiuti a dormire meglio, segui questa scheda Yoga per dormire meglio

Rimedi naturali contro la stanchezza

Ci sono rimedi fitoterapici che aiutano a combattere la stanchezza ed a farti sentire più energico, motivato ed enusiasta. Gli adattogeni vegetali sono piante che sono preziose risorse delle tradizioni mediche di tutto il mondo ad azione tonica e stimolante.

  • Il ginseng: riduce la percezione della fatica e apporta energia e vitalità. Le sue radici, come quelle dell’ Eleuterococco  migliorano la risposta dell’organismo agli stimoli della vita quotidiana, aumentano la resistenza fisica ai fattori ambientali negativi e favoriscono le capacità di recupero
  • Rhodiola: Ottimo per combattere la stanchezza e migliorare la qualità del sonno. Ha un effetto cardioprotettivo utile in stati di surmenage con tachicardia, palpitazioni, ansia e nervosismo;
  • Açai: La presenza di nutrienti e rivitalizzanti rende questo frutto un valido rimedio per migliore i livelli generali di energia, contribuendo a contrastare l’affaticamento e lo stress;   
  • Iperico: Svolge un’azione antidepressiva e sedativa. Ottima per combattere la stanchezza dovuta ad un periodaccio
  • Schisandra: Viene impiegata in condizioni di affaticamento fisico e mentale, ma anche come antiossidante in caso di disturbi metabolici a carico del fegato.
  • Passiflora: Ottima contro ansia e palpitazioni. Ricorda, però, che non può essere assunta per lunghi periodi.
  • Camomilla: E’ una delle erbe più efficaci e conosciute da usare contro lo stress.
  • Melissa: Davvero consigliata a tutti coloro che manifestano sintomi da stress concentrati su pancia e addome.
  • Tiglio e valeriana: Se lo stress causa insonnia o un sonno leggero e disturbato il mix di queste due erbe ti aiuterà molto
  • Lavanda: Emicrania dovuta all’ansia? Un infuso di lavanda è ciò che fa al caso tuo.
  • Malva: Perfetta in caso di stipsi causata da nervosismo e stress.
  • Biancospino: Un infuso di biancospino è l’ideale in caso di palpitazioni e tachicardia dovuti a stress.

Le vitamine e i sali minerali contro la stanchezza

  • La Vitamina B12 è una vitamina idrosolubile che ha degli effetti soprattutto sulle azioni e funzioni del cervello e del sistema nervoso. Una sua carenza può farti sentire molto affaticato.
  • La Vitamina C é un ottimo antiossidante. E’ anche efficace nel ridurre la durata dei sintomi quando si prende un normale raffreddore. Aiuta anche a ridurre l’insorgenza ritardata dell’indolenzimento dovuto ad un allenamento particolarmente faticoso.
  • Magnesio: E’ un minerale molto utile contro la stanchezza, aiuta le funzioni della pressione sanguigna e del sistema cardiovascolare, contrasta il rilascio degli ormoni dello stress.
  • Acido Folico: La vitamina B9  è prodotta sinteticamente e può essere assunta in compresse. La carenza di questa vitamina causa:
    • Confusione
    • Depressione
    • Insufficienza del sistema immunitario
    • Riduzione di alcune funzioni cerebrali