Corpo UmanoFitness

Dolori psicosomatici: cause e soluzioni

dolori psicosomatici
254views

Dolori psicosomatici: cosa sono? Cosa li causa? E, soprattutto, come affrontarli? I ritmi sempre più frenetici, gli impegni e le responsabilità della vita di tutti i giorni influiscono negativamente sul nostro corpo facendoci accumulare un carico di stress così forte che spesso può tramutarsi in veri e propri disturbi fisici.

Quando si è particolarmente stressati, impauriti o sommersi da responsabilità troppo grandi per essere gestite, è infatti possibile accusare problemi a carico di varie parti del corpo. Le più colpite sono collo, schiena e ventre ma i dolori psicosomatici possono davvero essere imprevedibili. Possono subentrare anche insonnia, cattiva digestione, mal di testa, stipsi.

Del resto si sa, corpo e mente lavorano in sinergia e spesso le manifestazioni fisiche sono comunque influenzate da stati emotivi negativi. Un trauma emotivo, soprattutto se non affrontato, può diventare cronico e protrarsi per diversi anni. Le emozioni negative che non vengono fatte fluire, nel tempo possono arrivare a creare veri e propri blocchi energetici che si somatizzano trasformandosi in disagi per il tuo corpo.
Dal punto di vista emotivo, concederti di ascoltare quelle emozioni negative o traumatiche ti sarà possibile sbrogliare quella matassa di tensioni non risolte che sfocia in dolore vero e proprio.

Dolori psicosomatici: quando il dolore ha origini emotive

I dolori che ti affliggono possono anche essere la manifestazione fisica di uno stato emotivo negativo che ti affligge, magari anche senza che tu ne sia pienamente consapevole. Ascoltare il tuo corpo è la prima e fondamentale cosa da fare. Se provi un dolore fisico e, dopo essere stata da un medico hai verificato di non avere patologie fisiche, puoi anche pensare di risolverlo cercando alla radice il problema emotivo che lo ha causato. Ecco i principali dolori fisici associati agli stati emotivi che possono averli causati:

Dolori psicosomatici generalizzati

I dolori di varia natura, non legati ad un particolare distretto muscolare o localizzati in una specifica parte del corpo, possono essere di natura psicosomatica.

  • Dolori muscolari

Quante volte ci sentiamo i muscoli della schiena contratti e doloranti? Una cattiva postura, scarso allenamento vita sedentaria possono influire. Ma spesso avere muscoli doloranti può essere la manifestazione di una difficoltà a muoverci nella vita. Ci indica quanto siamo bloccati nella vita di tutto il giorno, lavoro, famiglia, situazione sentimentale… Quanto siamo fossilizzati in queste routine anche se vorremmo cambiare qualcosa?

  • Reumatismi

Sentiti il tuo corpo come se fosse ‘congelato’? Avverti reumatismi cronici? Sai che possono essere la spia di un disagio molto comune come quello di non riuscire ad adeguarti ad una situazione per te problematica? Spesso la difficoltà di movimento può essere una limitazione che tu stesso ti imponi in modo inconscio. La paura per il tuo futuro ti può letteralmente bloccare! Quando non vivi una situazione serena e stabile le preoccupazioni prendono il sopravvento e arrivano ad irrigidire tutto il tuo corpo.

  • Stanchezza cronica

Spesso è la causa di un momento di depressione ma può anche indicare un periodo di noia, o apatia. Cerca di aprirci a nuove esperienze,.

  • Mal di testa

Il mal di testa, soprattutto se cronico, è sicuramente legato alle mille decisioni che devi prendere ogni giorno. Soffrirne non fa altro che limitare la tua capacità decisionale. Quando prendi una decisione ma non sei in grado di agire di conseguenza, spesso compaiono forti emicranie. Cerca di uscire da questo vortice negativo e non farti ossessionare dalle decisioni ormai prese.

Dolore alla parte alta del corpo

dolori psicosomatici a testa e collo

  • Dolore al collo

Se ti in un momento della tua vita in cui ti costringi ad essere particolarmente severo e disciplinato puoi accumulare così tanta tensione da avvertire forti dolori al collo. Cerca di concederti dei momenti di relax e vivere la vita più serenamente possibile.

  • Palpebra dell’occhio

Spesso siamo colpiti da fastidiosi tic alla palpebra che sembra muoversi da sola e tremare. Questo movimento involontario può essere dovuto a stress o eccessiva stanchezza accumulata.

  • Cervicale

Ammettilo, nella vita sei una persona molto ostinata ed anche molto riflessiva! Se fai fatica a lasciarti un po’ andare e non riesci a ‘spegnere il cervello’ puoi soffrire ci dolori alla cervicale in modo cronico o, comunque, ricorsivo.  Dovresti smettere di cercare di controllare tutto e abbandonarti un o’ più spesso alle emozioni improvvise godendo anche degli imprevisti.

  • Dolore alle spalle

Sindrome di Atlante, anche conosciuta come fibromialgia… Un forte dolore alle spalle cronico e davvero doloroso che ti può colpire in un particolare momento della vita. Ma cosa significa? Indica che ti stai facendo carico di una emozione. Che porti troppo peso emotivo selle spalle. Devi però pensare che non puoi esercitare il controllo assoluto sulle tue emozioni e che quindi ti sarà molto utile prendere con leggerezza questo compito.

  • Dolore alle gengive

Il dolore alle gengive è collegato alle decisioni che non vuoi prendere o che proprio non riesci ad accettare.

  • Mal di denti

Quando non è legato a carie o altre patologie del cavo orale, può indicare che ti trovi in una situazione in cui ti trovi, tuo malgrado, e non riesci ad affrontare.

Dolore al tronco

dolori psicosomatici SCHIENA

  • Dolore alla parte superiore della schiena

Se il dolore si localizza nella parte alta della schiena spesso è il tuo corpo che ti parla e ti fa capire quanto ti senti solo. Attraverso il dolore ti indica quanto pensi che nessuno ti vuole bene o ti manca il supporto e l’appoggio di qualcuno,

  • Dolore al torace

E’ la manifestazione fisica di sentimenti davvero cupi come il senso di colpa, paure accumulate, emozioni non affrontate, odio e rancore verso qualcuno o se stessi. Prova a pensare: quando ti senti a disagio o umiliato il tuo corpo tende a chiudersi ed a ripiegarsi su se stesso.  Quando si accumula per parecchio tempo questa serie di sentimenti negativi il torace inizia ad essere dolorante.

  • Dolore ai fianchi

In questo caso il dolore è sintomo di un blocco mentale, oltre che fisico. Se hai un’eccessiva paura dei cambiamenti o di nuovi progetti che ti aspettano puoi provare dolori proprio ai fianchi.

  • Dolore lombare

E’ dovuto ad un cumulo di preoccupazioni (spesso economiche) e senso di inadeguatezza o incertezza.

  • Dolore all’osso sacro

Stai evitando di affrontare una situazione che deve essere sbloccata o risolta? Il dolore si origina in qualcosa di basilare e portante nella tua vita quotidiana.

Dolore agli arti

dolori psicosomatici ARTI

  • Dolore alle braccia 

Quando si porta un grosso peso emotivo o si affrontano tante emozioni tutte insieme si possono scatenare dolori alle braccia.

  • Dolore al gomito

Se provi dolore al gomito spesso è perchè stai attuando resistenza ad un cambiamento. Dovresti invece accettare la necessità di questa svolta e buttarti verso il futuro che ti aspetta.

  • Dolore al polso

Il dolore al polso, o alle articolazioni più in generale, è spesso dovuto a problemi nei rapporti interpersonali. E’ spesso la manifestazione fisica di uno scarso equilibrio tra rigidità e flessibilità.

  • Dolore alle mani

C’è un forte senso figurato nel dolore alle mani: spesso lo avvertiamo quando ci chiudiamo nei confronti degli altri e non riusciamo a fare nuove amicizie.

  • Dolore alle ginocchia

I dolori alle ginocchia possono essere la manifestazione di difficoltà relazionali. Disagi relazionali, situazioni che ti fanno sentire umiliato o sottomesso, difficoltà ad uniformarsi alle convenzioni sociali… Tutte queste situazioni possono ripercuotersi sulle tue ginocchia.

  • Dolore alle caviglie

Chi soffre di dolori alle caviglie molto spesso è una persona molto rigida ed intransigente con se stesso. Si concede ben pochi momenti di piacere e pensa solo al dovere.

  • Dolore ai piedi:

I piedi simboleggiano ciò che ci consente di proseguire nelle situazioni della vita. Soffrire di forti dolori ai piedi può essere la manifestazione di uno stato depressivo, della paura ad andare avanti o della mancanza di stabilità e concretezza.

Cattiva digestione ed intestino

Dolori psicosomatici PANCIA

  • Mal di stomaco

Lo stomaco è uno degli organi più sensibili e dove si somatizza di più. Se hai vissuto una situazione in cui ti sei sentito giudicato o che comunque non sei riuscito a risolvere?  Il tuo stomaco ne andrà sicuramene a risentire. La gastrite, ossia l’infiammazione della mucosa dello stomaco, ne è un esempio lampante. Quante volte ti senti la rabbia montare dentro perchè nessuno ti apprezza o rispetta? Al lavoro come in famiglia o a scuola, non riuscire ad esternare la rabbia vi farà bruciare dentro. Un dolore sordo che vi logora nel tempo.

  • Intestino

La pancia e l’intestino sono decisamente influenzati dalla negatività dei pensieri. Stress, nervosismo  e tensione si ripercuotono decisamente sulla regolarità intestinale provocando cattiva digestione, gonfiore, dissenteria o stipsi. La stipsi in particolare è dovuta alla non capacità di lascia fluire le emozioni. Se sei una persona molto controllata, rigida ed emotivamente chiusa potresti soffrirne in modo cronico.

  • Cistite

Proprio come per lo stomaco, se la rabbia non viene fatta fluire, si accumula fino ad esplodere in un momento di particolare debolezza. La cistite può dunque essere influenzata da frustrazioni, rabbia o delusioni.
[nextpage title=”Dolori psicosomatici, come affrontarli?”]Appurato che i dolori sono di natura psicosomatica, come risolverli? Se hai letto l’articolo avrai certamente individuato le possibili cause per ogni diversa manifestazione dolorosa. Già il fatto di capirne l’origine ti potrà aiutare ad affrontare ciò che spesso resta a livello inconscio e quindi trarne un grande giovamento. Se la crisi persiste e non riesci da sola a risolvere il tuo problema, non tergiversare e rivolgiti a qualcuno in grado di aiutarti.

Combattere i dolori psicosomatici con lo sport

Grazie al rilascio di endorfine. Le endorfine sono sono sostanze chimiche prodotte dal nostro corpo che svolgono una forte funzione analgesica. E’ ormai accertato che lo sport aumenta il rilascio di endorfine. Questo significa che un’attività sportiva costante ma non eccessiva può aumentare la sensazione generale di benessere.  Il rilascio delle endorfine in circolo aumenta in determinate circostanze, come:

  • Attività fisica
  • Terapie analgesiche, come ad esempio l’agopuntura
  • L’elettrostimolazione e il massaggio sportivo

Pensa un po’, fare sport aumenta la produzione di endorfine, sia negli umoni che nelle donne, addirittura del del 500%.

Sport e buon umore

Innanzitutto parliamo di quantità: purtroppo non c’è una quantità valida in senso assoluto. Lo sport deve diventare un momento di piacere e sfogo senza mai varcare il limite della tolleranza fisica. Altro aspetto interessate: una ricerca scientifica ha dimostrato che gli atleti che si allenano in gruppo arrivano a sopportare il doppio del dolore di chi si allena da solo.
Per quanto riguarda la scelta, affidatevi un po’ a ciò che più vi piace e stimola! Nuoto, attività all’aperto come camminata, corsa o ciclismo… Ma anche i nostri amati workout o lo yoga! Insomma, tutto ciò che vi far star bene e vi consente di buttar fuori rabbia e stress accumulati durante la giornata.

SEZIONE YOGA: tutti i video e le schede