Community

Che cosa serve per promuovere una palestra

1.19Kviews

La pandemia da coronavirus e le restrizioni che ne sono conseguite per tentare di arginarla nel corso degli ultimi due anni hanno penalizzato diversi settori economici: uno di questi è rappresentato senza dubbio dal mondo delle palestre. Le strutture sportive, infatti, in genere molto frequentate, a causa del Covid hanno dovuto fare i conti con periodi molto lunghi di chiusura al pubblico. Ciò ha determinato delle difficoltà inevitabili, complice la riduzione del numero di clienti, molti dei quali dopo aver smesso di andare in palestra non hanno più ricominciato. Come rimediare, dunque? La scelta di specifiche strategie di marketing può essere molto importante da questo punto di vista, a condizione che esse non richiedano investimenti eccessivi, che evidentemente in un momento come quello attuale non ci si può permettere, e che sappiano garantire risultati apprezzabili.

Palestre e pubblicità: le migliori strategie

Che cosa fare, allora, per pubblicizzare una palestra e non correre il rischio di dover fare i conti con lo spettro di un fallimento? Una buona strategia potrebbe essere quella di ricorrere ai gadget promozionali: certo, non si tratta di un’idea nuova, ma spesso le soluzioni più consolidate sono le migliori. Le felpe personalizzate sono il classico esempio di gadget che contribuisce alla costruzione di una community, ma ci sono molti altri tipi di articoli a cui si può fare riferimento: per esempio le borracce. In tutti i casi, è importante personalizzare i prodotti con il logo e il nome della palestra in bella evidenza.

Perché scegliere i gadget promozionali

Sono molti i vantaggi che derivano dalla decisione di servirsi dei gadget personalizzati per dare vita a una strategia di promozione pubblicitaria. In primo luogo, va detto che per acquistarli e distribuirli si deve sostenere un investimento economico davvero minimo: si tratta, infatti, di prodotti che costano poco, e che quindi possono essere regalati sia a chi in palestra è già iscritto, in modo da favorirne la fidelizzazione, sia a coloro che non sono ancora clienti, nella speranza di attirarli. Ovviamente è importante puntare su oggetti che, per caratteristiche, stile e funzionalità, siano coerenti con l’atmosfera e la mission di una palestra. Nel caso di articoli come le felpe e le borracce, poi, questi prodotti possono essere usati anche in altri contesti, contribuendo ad incrementare la visibilità della struttura. Gadget365 è una delle migliori aziende a cui ci si possa rivolgere per l’acquisto di gadget promozionali di questo tipo. Quando si entra nel sito gadget365.it si ha la possibilità di conoscere il ricco catalogo a disposizione. Oltre 10 anni di esperienza sono una garanzia di sicurezza e affidabilità: a questo occorre aggiungere la convenienza dei prezzi, resa possibile anche dalla collaborazione con partner asiatici, essenziale per proporre soluzioni low cost ma sempre di alta qualità, come dimostrano le verifiche meticolose e i rigorosi controlli a cui i prodotti vengono sottoposti.

Il sito web della palestra

Una palestra non può fare a meno di un sito web, sia per farsi conoscere da chi non è ancora iscritto, sia per fornire informazioni e consigli utili ai clienti. La presenza su Internet, inoltre, è sinonimo di autorevolezza e di professionalità: un’attività che non dispone di un sito può essere percepita come arretrata, o comunque non in linea con i trend del momento. Per altro costruire un sito richiede poco tempo e un budget limitato: ne vale la pena, per avere la possibilità di comunicare facendo conoscere le ultime novità, i servizi disponibili e ogni altra informazione utile. Se poi il sito viene integrato da un blog, gli utenti avranno modo di apprezzarlo ancora di più, sempre che gli aggiornamenti avvengano con regolarità.

I social network

Infine, non ci si può dimenticare dei social network, che a loro volta rappresentano canali di fondamentale importanza per una strategia di marketing di successo. Non solo Facebook, ma anche piattaforme usate dai più giovani come TikTok e Instagram consentono di beneficiare di un alto livello di visibilità grazie alle tante persone che le utilizzano. Anche in questo caso, l’investimento richiesto è minimo, o a volte addirittura nullo: dipende dalla decisione di ricorrere o meno a post sponsorizzati, cioè a pagamento, o solo a quelli normali, che comunque favoriscono la riconoscibilità del marchio.