AllenamentoFitness

Acquagym: mantenersi in forma in spiaggia

acquagym
620views

Acquagym: uno sport sempre più di moda! L’estate è già arrivata e la nostra necessità di mare, sole e salsedine è sempre più impellente. Magari non abbiamo tanta voglia di stare chiusi in casa ad allenarci al caldo, sudando a più non posso. Perché non unire allora il piacere del sole e dell’acqua fresca al nostro bisogno di mantenerci in forma?

Acquagym: unisci lo sport ai massaggi dell’acqua per ottimi risultati!

L’acquagym, ovvero l’attività fisica praticata in acqua, ha diversi vantaggi. I principali sono che ci permette di allenarci senza soffrire il caldo e ci aiuta a rassodare il nostro corpo in maniera efficace grazie alla forza di attrito dell’acqua che il nostro corpo deve contrastare durante l’esecuzione dei vari esercizi.

Ecco che nasce quindi l’idea di mettere in pratica una serie di esercizi che è possibile fare sia al mare che in piscina.
Come primo esercizio è impossibile non menzionare il nuoto, una delle attività che, personalmente, amo di più’. Ricordando che una sessione di allenamento ben strutturata prevede l’alternarsi di esercizi aerobici e anaerobici, il nuoto è sicuramente una delle attività aerobiche più’ diffuse.  Se non sapete nuotare, una camminata in acqua è il modo migliore per iniziare il riscaldamento.

Riuscire a camminare lentamente in acqua è già uno sforzo maggiore che farlo all’asciutto poiché il nostro corpo incontra la forza resistente dell’acqua a cui deve opporsi. Bastano pochi minuti per iniziare. Quando saremo più allenati potremo aumentare gli intervalli di tempo e l’intensità.

Acquagym, i migliori esercizi

Se poi la tintarella non è l’unica cosa che vi interessa, e la vostra voglia di mantenervi in movimento si fa sentire, ecco altri esercizi che consigliamo:

  • Con l’acqua all’altezza del petto, correre sul posto per qualche minuto. In un secondo momento aggiungere lo slancio indietro di una gamba mantenendo ben saldo l’appoggio a terra con l’altra. Ripetere l’esercizio per ogni gamba.
  • Sempre con l’acqua all’altezza del petto, correre sul posto portando le ginocchia al petto. In un secondo momento aggiungere lo slancio in avanti di una gamba mantenendo ben saldo l’appoggio a terra con l’altra. Mantenere la posizione per qualche secondo e poi ripetere l’esercizio con l’altra gamba.
  • Acqua all’altezza del petto, partire da una posizione eretta a piedi uniti e saltare divaricando le gambe. Tornare alla posizione di partenza e ripetere.
  • Per rassodare le braccia, stenderle verso l’esterno formando una T col busto e assicurarsi che l’acqua arrivi fino al collo e copra le spalle. Spingere le braccia verso i fianchi con i palmi rivolti verso il basso, poi ripetere il movimento tornando alla posizione di partenza con i palmi rivolti verso l’alto. Se si vuole intensificare il movimento si possono tenere in mano dei pesetti.
  • Per esercitare gli addominali munirsi di un salvagente o materassino al quale ci si potrà appoggiare durante l’esecuzione dell’esercizio e assicurarsi che l’acqua arrivi fino alle spalle. Partendo da una posizione dritta, eretta, a piedi uniti, e mantenendo la schiena ben dritta, portare le gambe ad un’altezza parallela al suolo contraendo gli addominali. Ritornare alla posizione di partenza e ripetere.

Questi esercizi possono essere eseguiti toccando il suolo o semplicemente galleggiando. E inoltre consigliabile, come per ogni tipo di attività, avere una certa costanza nella loro esecuzione per avere benefici evidenti.

Ovviamente oltre a questi esercizi da fare in acqua, qualunque tipo di attività, anche praticata fuori dall’acqua e in spiaggia, è comunque molto utile: divertitevi quindi giocando a pallavolo, calcio, racchettoni con gli amici o fate una corsetta in solitaria e poi… tutti in acqua!

E voi cosa ne pensate? Praticate già del movimento in acqua? Iniziereste? Lasciateci le vostre opinioni nei commenti!