Fitness

Scarpe da running: quanti Km fare prima di cambiarle?

scarpe da running
240views

Scarpe da running: quanti Km fare prima di cambiarle? Spesso si presta molta attenzione alla scelta delle scarpe da running, ed è giusto così, ma ricordate sempre sono altrettanto importanti la manutenzione  e il ricambio.

Le migliori scarpe da running

Quali sono le migliori scarpe da running? Iniziamo subito col dire che non esistono migliori scarpe da running in senso assoluto. E’ vero, ci sono ottimi brand che si sono specializzati in scarpe da corsa ma le migliori scarpe running sono quelle che meglio si adattano al tuo piede. Scegliere le scarpe da running tra marchi come Brooks. Mizuno, Asics, Nike, Adidas… può garantirti l’utilizzo di ottimi materiali. Dietro questi brand ci sono anni di studi e ricerca ma le cose da tenere in considerazione sono molte!

Andrai a correre sull’asfalto o opterai per lo sterrato? Avrai dunque bisogno di scarpe da trail running o meno? E conosci il tuo appoggio plantare? Sai che  ci sono scarpe pensate appositamente per supinatori e scarpe da corsa per pronatori? 

Se non sai come scegliere la scarpa running più adatta a te segui la nostra guida.

SCEGLIERE LE SCARPE DA RUNNING

Scarpe da running: quanti Km fare prima di cambiarle?

Le scarpe possono in effetti fare la differenza tra amare la corsa o odiarla. Ok, ora che hai le tue nuove scarpe da running sono sicura che non vedi l’ora di provarle! Ottimo, buon allenamento! Ah, ricorda che se vuoi imparare a correre da zero, puoi sempre seguire la nostra guida.

WIRUN il programma per imparare a correre da zero

Ci sono tantissimi modelli con gradi di ammortizzamento e stabilità diversi presenti sul mercato. Ma quando le scarpe smettono di dare il 100% in fatto di supporto e ammortizzazione? Diciamo subito che è praticamente impossibile dare una risposta assoluta in termini di km. Secondo numerosi test la durata delle proprie scarpe dipende da diversi fattori. Ma perché è così importante cambiare le scarpe dopo un certo periodo di tempo? Si consiglia di cambiare le scarpe dopo i 500 km per evitare infortuni, oltre che per non compromettere le qualità delle performance.

Quali sono i principali fattori che influenzano la durata di una scarpa da corsa?

1 Il peso: inutile dire che più pesi e più sarà il deterioramento della scarpa. Pensa che l’impatto di ogni falcata è 5 volte il peso di chi corre!

2 Il terreno di corsa: Se si corre maggiormente su asfalto, il sistema di ammortizzamento e il battistrada saranno rovinati maggiormente e più in fretta, mente lo sarà meno se si corre su percorsi sterrati o morbidi.

3 Il modello di scarpe da running: Una scarpa leggera neutrale che non offre nessun supporto per i problemi ortopedici non durerà quanto una scarpa da trail running stabile che sostiene il piede in tutti i movimenti.

4 anni scarpe da corsa: Può sembrarti strano ma, anche se non corri tutti i giorni, il tempo può comunque usurare le tue scarpe. Con il tempo infatti l’effetto stabilizzante e ammortizzante delle scarpe diminuirà, anche se le usi solo una volta ogni tanto.

5 La tecnica: Il modo in cui corri può far durare di più le tue scarpe. Una corsa dinamica, con una falcata leggera, conferirà un impatto minore sulle tue scarpe limitandone l’usura.

Quando cambiare le scarpe da running?

Il consiglio generale è quello di cambiare le scarpe dopo 500-800 km di corsa. Ma è possibile controllare la qualità delle proprie scarpe per decidere se è arrivato il momento di sostituirle. Come capire quando cambiare le scarpe da corsa? Controlla questi fattori:

  1. La suola: Se è fine o rovinata, le scarpe sono da sostituire perchè non sarà più in grado di sostenere o ammortizzare il tuo piede. A questo proposito ti consiglio di portare con te le tue vecchie scarpe da corsa quando ti recherai in negozio per sostituirle: il negoziante potrà capire di più sul tuo appoggio plantare proprio guardando l’usura della suola (scarpe più consumate nella loro parte esterna indicano un runner supinatore, in quella interna un pronatore).
  2. L’intersuola: Anche l’intersuola può darti ottime indicazioni. Prova a premere il dito sulla suola della tua scarpa running: se è eccessivamente morbida vuol dire che si è usurata. Prova anche ad osservarla: se presenta pieghette potrebbe crearti problemi durante la corsa.
  3. Aspetto generale: Se la tua scarpa si è ammorbidita troppo perdendo la forma fino al punto da non avvolgere correttamente il piede è necessario sostituirla.
  4. La stabilità: Prova a fare un piccolo test appoggiando le tue scarpe da running su un tavolo e osserva la parte del tallone: se è consumato sulla parte destra o sinistra, il piede non sta ruotando in modo corretto.

Shoe Tracking: l’app che ti dice quando cambiare le scarpe da running

Sapevi che c’è un’applicazione in grado di aiutarti a ricordare quando sostituire le tue scarpe da corsa? Si chiama Shoe Tracking e funziona in modo molto semplice ed intuitivo. Basta usare l’app Runtastic avendo l’accortezza di registrare le tue scarpe nuove (èpossibile registrare anche più scarpe). Runtastic ha infatti implementato la funzione Shoe Tracking e, ogni volta che corri, l’app terrà il conto dei km che sono stati percorsi.

Nella barra “Progressi”, troverai la sezione “Le mie scarpe”. Clicchi su “Gestisci scarpe” e “Aggiungi”. Se non trovi le tue scarpe tra i suggerimenti, puoi anche aggiungere tu il modello e assegnarle un nome.

Se hai registrato più di un paio di scarpe da running, una volta terminata la tua sessione di corsa, dovrai solamente scegliere a quale scarpa attribuire i Km percorsi.

Hai già corso con alcune scarpe e non hai idea di quanti km siano già stati percorsi? Puoi aggiungerle anche successivamente con la data nella quale hai iniziato ad usarle e i km fatti da quel momento verranno assegnati automaticamente a quelle scarpe.

Una volta raggiunti i 500 Km percorsi l’app ti avviserà che è giunto il momento di sostituire le tue scarpe da corsa con un nuovo paio. Ovviamente si tratta solo di un’indicazione ma è comunque un aiuto in più da aggiungere alle tue valutazioni.

Non è solo una questione estetica, la corsa è una cosa seria e richiede il giusto supporto. Con l’usura, le scarpe perdono la loro efficacia di assorbire lo shock e aumentando quindi le probabilità di un infortunio. Cook, Kester e Brunet hanno confermato dopo uno studio che dopo circa 240 km l’effetto ammortizzante è del 67% e del 60% dopo 800 km.

Scarpe da corsa ecosostenibili

Sapevi che esistono scarpe fatte interamente con materiali raccolti dagli oceani? Sono state ideate da adidas! Alphabounce+ Parley è progettata per assicurare supporto, comfort e calzata ideali durante la corsa. La tomaia realizzata con filato prodotto riciclando rifiuti plastici contribuisce a salvare gli oceani.