Corpo UmanoFitness

Criolipolisi: come trattare in maniera sicura la cellulite

criolipolisi
653views

Criolipolisi, scopriamo come può esserci utile a combattere la cellulite. Quello della cellulite è un problema con il quale sempre più donne devono convivere. Si tratta di un inestetismo che colpisce quasi 9 donne su 10, incominciando a manifestarsi spesso già in giovane età. Rimedi ne vengono proposti a decine, ne possiamo trovare di ogni tipo basta solo mettersi a cercare.

Per combattere il nostro nemico bisogna innanzitutto conoscerlo bene, per evitare spreco di tempo, energie e denaro.
È importante sapere che diete dimagranti, creme e massaggi non fanno sparire la cellulite e spesso non gli fanno nemmeno il solletico. È un grasso sottocutaneo molto localizzato che si forma a causa di scompensi ormonali, ritenzione idrica ed ereditarietà.

Dunque bisogna arrendersi alla buccia d’arancio? Non necessariamente, un aiuto potrebbe arrivare da un metodo chiamato criolipolisi.

Criolipolisi: di cosa si tratta?

Come già si può intuire dal nome, la criolipolisi è un trattamento medico non invasivo che utilizza il freddo per cercare di eliminare gli accumuli di grasso localizzato. Attraverso l’impiego di macchine apposite si riesce ad agire in zone molto specifiche del corpo, cercando di controllare il processo di raffreddamento delle cellule adipose ed innescando la lipolisi.
Il funzionamento è molto meno complicato di quello che potete pensare. Si basa tutto sul principio che il grasso se congelato, va in contro ad un processo di infiammazione dovuto allo stress per lo shock termico. Le cellule adipose sottocutanee per l’azione del freddo si cristallizzano, andando incontro a una lenta e graduale morte.
Nei giorni e mesi successivi al trattamento questa specie di frammenti vengono eliminati tramite il sistema linfatico, il canale gastroenterico e la via epatica.
Se siete un po’ spaventate non vi preoccupate, la crioliposi è un trattamento assolutamente indolore e non invasivo. È una tecnologia che non provoca nessun trauma a nervi e ossa presenti nella zona trattata. I macchinari utilizzati sono tutte strumentazione approvate dalla FDA (food and drug Administration) e da altri enti nazionali ed internazionali.

Come avviene un trattamento di Criolipolisi?

Sarete fatte sdraiare comodamente su un comodo lettino, quindi vi verrà spalmato del gel nella zona interessata. L’operatore vi posizionerà una specie di grossa coppa in silicone che aderirà alla pelle come una ventosa. A questo punto inizierà il trattamento vero e proprio con il raffreddamento della parte all’interno della coppa.

Armatevi di santa pazienza perché dovrete rimanere in quella posizione per circa un’ora. Tutto ciò che avvertirete sarà solo una sensazione di freddo.
Non si possono trattare più zone contemporaneamente.

Se per esempio decidete di agire sui fianchi dovrete fare sedute successive alternando il lato destro e sinistro. La frequenza dipende dalla quantità di tessuto adiposo, ma di norma servono un paio di trattamenti con intervalli di 2-4 mesi. La criolipolisi non da praticamente effetti collaterali. Nella parte trattata si ha solo un arrossamento e un aumento di sensibilità temporaneo.

Esiste la possibilità di lievi fastidi come formicolio o leggeri crampi, che però spariranno nel giro di pochissimo tempo.

Criolipolisi: costi e risultati

Sarete curiose di sapere quanto viene a costare una seduta. La cifra da sborsare è di circa 750€ per trattamento ma potrebbe variare a seconda della zona del corpo, della quantità di grasso da eliminare e dal centro medico in cui decidete di rivolgervi.
Ok il metodo è innovativo e poco invasivo; sicuramente è ottima l’assenza di dolore e di effetti collaterali.

Ma alla fine funziona? La criolipolisi si pone come valida alternativa alla liposuzione e da risultati apprezzabili dopo circa 2-3 settimane dal primo trattamento. Serve per eliminare solamente il grasso localizzato, quindi non per combattere problemi di grave sovrappeso o di obesità.

E in tutto questo la nostra cara vecchia cellulite che fine fa? Essendo un grasso sottocutaneo localizzato direi che avrà pane per i suoi denti. Il trattamento è senza dubbio costoso ma assicura un certa efficacia. Forse finalmente è giunto il momento di dire addio alla pelle a buccia d’arancia. Meglio non cantar vittoria troppo presto, certo è che la criolipolisi è una nuova arma a nostra disposizione per cercare di sconfiggere il tanto odiato nemico.