AllenamentoFitness

Calf booster: Cosa sono? A cosa servono? Funzionano?

calf booster
652views

Calf Booster, Compression calf service o, semplicemente Booster. Tanti nomi per indicare gli ormai famosi gambaletti che ricoprono le gambe di sempre più sportivi. Se sei un amante dello sport e, perché no, se sei anche attento alle nuove tendenze ti sarà sicuramente capitato di notarli addosso a sempre più sportivi. Soprattutto usati da chi fa running, ma non solo, sono gambaletti realizzati in materiale tecnico e super elastico.

Alcuni arrivano a ricoprire anche il piede diventando calzettoni molto tecnologici. A cosa servono? Essenzialmente comprimono la zona che va dalla caviglia e sale per tutto il polpaccio. Grazie a questa azione di compressione sui vasi del polpaccio:

  • Riescono a favorire la risalita e l’ossigenazione tissutale evitando crampi, migliorando la performance sportiva e facendoti sentire meno la sensazione di stanchezza.
  • Favoriscono lo smaltimento dei prodotti dell’allenamento. Questo migliora notevolemtne i tempi di recupero. Inoltre, eliminando le tossine dal corpo, riducono il problema della cellulite.
  • Minimizzano l’effetto traumatico dovuto all’impatto a terra riuscendo così a prevenire dolorose contratture muscolari.
  • Spesso vengono utilizzati da sportivi che soffrono di problematiche già in corso, come ad esempio crampi al polpaccio, ma nasce proprio per cercare di evitare l’insorgere di “malesseri” che affliggono gli sportivi.

Il polpaccio si comporta come una vera e propria ‘pompa’ che il corpo utilizza per il ritorno venoso dei liquidi. Trattenendo le tossine derivate dall’attività  l’attività fisica e provocando stanchezza, lesioni muscolari e crampi. Questo tipo di calze consente una più rapida eliminazione del sangue venoso male ossigenato.

Calf Booster, cosa sono e a cosa servono

Le calze a compressione sono indicate solo per la corsa? In realtà no! Anzi sono indicati proprio per tutte le attività sportive. Soprattutto durante le attività di lunga durata, grazie alla componente elastica, facilitano la contrazione muscolare e incrementano la capacità del ritorno venoso. Riescono così a migliorare la performance sportiva e ridurre l’affaticamento degli arti inferiori. Ottimi anche per ridurre i tempi di recupero del post workout.

Migliorano la capacità di recupero anche nelle sessioni di allenamento più brevi ma intense. Come, ad esempio, allenamenti con sovraccarichi incentrati sui gruppi muscolari delle gambe. Anche qui, grazie alla componente elastica a compressione graduale, migliorano il controllo di contratture muscolari.
calf-booster-schema

Scegliere i Calf Booster

In commercio ne troverai di diversi tipi e materiali. Ma in cosa si differenziano? E, soprattutto, quale scegliere? Le proposte sono davvero tante e non è sempre facile orientarsi. Ecco perchè abbiamo pensato di analizzare i diversi tipi di Calf Booster in base all’uso, ai materiali e al prezzo.

Come si usano i Calf Booster

Ne esistono molti tipi diversi, pensati per ogni situazione:

  • Alcuni vanno usati solo quando ci si allena o, comunque, durante una gara od una performance. Le pressioni applicate in questa fase aiutano le fibre muscolari, i tendini e i legamenti ad essere alimentati più velocemente di sangue ossigenato migliorando la performance sportiva e facendo sentire meno la fatica.
  • Altri invece sono pensati per essere usati solo a scopo di recupero. Le pressioni applicate permetteranno un recupero più rapido
  • Altri ancora, invece, possono essere usati in entrambe le fasi.
  • Ce ne sono anche da usare ogni giorno durante le normali attività quotidiane e non solo durante lo sport.

Calf Booster, quali prendere?

Ogni marchio propone un qualcosa di caratteristico:

  • Alcuni Calf Booster puntano alla comodità e libertà di movimento e si limitano a fasciare il polpaccio. Ma ci sono anche versioni che coprono il piede diventando veri e propri calzettoni o addirittura modelli che fasciano tutta la gamba
  • Il materiale cambia anche il metodo di compressione. Ci sono Calf Booster con compressione graduata, altri dotati di scalalature studiate appositamente per drenare il sudore e facilitare il raffreddamento.

Calf Booster, quanto costano?

Anche i prezzi variano molto a seconda del marchio e dei materiali, più o meno tecnici, usati. La fascia di prezzo è dunque ampia e va da 16 € fino ad arrivare ai 60€. I più tecnici, ma anche abbastanza costosi, sono quelli Under Armour. L’ideale è partire restando in una fascia di prezzo media e vedere come reagisce il vostro corpo.

Alcuni modelli:

In commercio se ne trovano davvero molti tipi diversi, con caratteristiche e prezzi molto vari. Ecco alcuni modelli con le principali specifiche tecniche.

Modelli booster

  1. BV Sport: Booster Elite: L’inventore delle fasce a compressione graduate è Booster. Oltre ad averlo inventato l’ha anche costantemente migliorato. L’ultima versione oltre che comprimere nella maniera corretta il polpaccio, ha delle aree dedicate anche a tibia e tendine d’Achille. Il costo è tra i più alti della categoria (circa 55 €) ma la cura dei dettagli è davvero alta. Questo modello non può, però, essere usato un fase di recupero.
  2. CEPCalf Sleeves 2.0 Colorati e di grande qualità nonostante la fascia di prezzo decisamente più accessibile (3o € circa). Vengono prodotti  con filati antibatterici esvolgono in modo ottimale la funzione di contenere il muscolo
  3. X-Bionic: Spyker: La particolarità di questi Booster è quella di abbinare la compressione parziale ed un sistema pensato per migliorare la termoregolazione sfruttando il sudore incanalandolo attraverso speciali condotti e usato come “liquido di raffreddamento”. La maglia è anche molto confortevole anche se fascia perfettamente il muscolo. Il prezzo si aggira sui 30 €.
  4. 2XU: MCS Compression Calf Guards: Tra i più usati dai triatleti,  la qualità di questi MCS Compression Calf Guards è infatti davvero alta. Anche il prezzo, purtroppo, che si aggira sui 50 €.  Migliorano l’affaticamento e offrono un ottimo ai muscoli. Inoltre è utile sia per gli allenamenti che per il recupero.
  5. Oxeego CompressionSono veri e propri calzini a compressione e non solo fasce. Gli Oxeego, realizzati in Italia, hanno un costo contenuto (32 €) ma sono davvero straordinari: migliorano l’ossigenazione del muscolo migliorando performance e tempi di recupero.

Calf Booster, funzionano?

Come tutti i nuovi prodotti lanciati sul mercato promettono miracoli. Ovviamente miracoli non ne fanno ma sono sicuramente in grado di migliorare le prestazioni sportive e ridurre il rischio di contratture. Ci sono molti studi che ne attestano l’efficacia, ma altrettanti che non la confermano. Forse sono troppo recenti per avere un riscontro nel lungo periodo.

Calf Booster, controindicazioni

Se hai letto tutto l’articolo e sei interessata all’acquisto forse ti starai chiedendo se ci sono controindicazioni o, comunque, se vengono sconsigliate ad alcune categorie. Ma, a meno che tu non abbia patologie vascolari in atto, puoi usarle in tutta sicurezza.

E tu, li hai provati? Come ti sei trovato? Sono davvero curiosa di sentire la tua esperienza!