AlimentazioneCibo e Nutrizione

Le erbe drenanti

erbe drenanti
391views

Dato l’elevato interesse che l’argomento suscita sempre sulla nostra pagina face book… perché non fare chiarezza?
Le erbe drenanti sono un valido aiuto per chi soffre di ritenzione idrica e cellulite. È possibile che determino una perdita di peso ma ricordate: sono solo liquidi! Come dice una famosa citazione

“L’unico modo per dimagrire con il the verde è salire sulle montagne a raccoglierlo”!

Se invece soffrite di ritenzione idrica saranno un aiuto validissimo.

Vediamo insieme di quali erbe possiamo beneficiare per combattere la ritenzione. Tutte le erbe di cui vi parlerò sono disponibili in foglie (per fare la tisana), compresse o tintura madre. Le trovate in vendita presso le erboristerie, le farmacie, i centri commerciali e i super più forniti. Per esperienza posso dirvi che l’efficacia non varia a seconda del preparato quindi… prendete pure ciò che più vi piace.

AVVERTENZA: queste piante interagiscono in diverso modo con i farmaci, in particolar modo con i FANS. Avvertite il vostro erborista o farmacista se li state assumendo. L’uso delle erbe è sconsigliato in gravidanza o allattamento: consultate il vostro medico prima di assumerle.

BETULLA (Betula Pendula)
È un albero dal tronco chiaro che contiene flavonoidi, oli essenziali, vitamina C, sali di potassio e acido betulinico. Se ne utilizzano le foglie e la corteccia. Ha effetti sull’apparato urinario, contro il mal di gola, stimola la produzione di colesterolo buono.
È L’UNICA PIANTA CHE HA LA PROPRIETÀ DI FAR PERDERE I LIQUIDI PRESERVANDO I SALI MINERALI. Quindi è ottima per chi ha una lieve ipotensione perché non comporterà un ulteriore abbassamento dei livelli pressori.

PILOSELLA (Hieracium pilosella)
Contiene luteoloside e acido caffeico. È utilissima per incrementare il volume delle urine e per purificare il fegato, contiene tannini che hanno azione antimicrobica ed è utile anche per l’ipertensione.

TARASSACO (Taraxacum officinale)
Chiamato anche “Dente di leone”, contiene alcoli triterpenici, steroli, inulina. Ha la caratteristica di essere una pianta epatoprotettiva, in quanto favorisce l’eliminazione di zuccheri, trigliceridi, colesterolo e acidi urici. È controindicato in caso di calcolosi biliare perché potrebbe favorire la mobilità dei calcoli stessi.

VERGA D’ORO (Solidago virgaurea)
È una pianta erbacea perenne che appartiene alla famiglia delle Asteraceae. Contiene sostanze come le saponine triterpeniche, i flavonoidi, l’acido fenolico, l’acido ossalico, i tannini e l’olio essenziale. È indicata in caso di cistite e calcoli renali. Ha un elevato effetto diuretico che la rende ottima per contrastare la ritenzione idrica e la cellulite. Ha proprietà disinfettanti e antisettiche. È usata anche in caso di dissenteria e in passato veniva somministrata ai bambini durante la dentizione.

PER TUTTE LE ERBE
Dosi consigliate: per la tisana un cucchiaio di foglie per tazza, da consumare 2/3 volte al giorno; la tintura madre prevede l’assunzione di 20/50 gocce al giorno; le compresse vanno assunte in dosi di 2/4 al giorno (troverete comunque indicato sulla confezione qual è la dose consigliata).
Buona tisana a tutti!