Community

Come interrompere le cattive abitudini in 30 giorni

cattive abitudini
86views

Come interrompere le cattive abitudini in 30 giorni per andare incontro al successo personale. Le vecchie abitudini sono dure a morire, ma la buona notizia è che muoiono!

Non perdere la speranza e non abbatterti se hai problemi a interrompere le cattive abitudini. Non è così facile cambiare ma basta tenere duro.

Inizia sostituendo le vecchie abitudini con quelle nuove. La chiave è quella di imparare a prendersi cura di se stessi e coccolarsi in modo che siano più i momenti positivi piuttosto che quelli auto-distruttivi. Bisogna imparare a gestire le emozioni “problematiche” attraverso la definizione di alcuni modelli sani di comportamento e investire nel vostro benessere fisico ed emotivo.

Come interrompere le vecchie abitudini: parti da te stesso e per te stesso

Se giudicate voi stessi ogni volta che sei di fronte a uno specchio, provate a concentrarvi sulle cose che amate di voi.

Quando è stata l’ultima volta che ti sei guardato allo specchio e hai detto a te stesso come sei bello/a?
Se siete costantemente alla ricerca sui mezzi di comunicazione di storie di diete e perdita di peso di persone famose, provate a trovare modelli di confronto più realistici – la gente comune che ha perso peso o ha raggiunto altri obiettivi simili ai tuoi. Saranno molto più stimolanti. Iniziare a prestare attenzione a persone che conosci.

Se si tende a saltare gli allenamenti fino a quando si avvicinano le vacanze – o c’è qualche altro evento, come un matrimonio, facendovi correre ai ripari – mettetevi nell’ottica di fare il vostro allenamento giornalmente. Senza l’impegno, non sarai in grado di raggiungere gli obiettivi che veramente desideri. Metti la tua vita in prospettiva.

Tutto è una scelta – da come ti senti quando ti svegli la mattina fino a quando decidi se passi o no il filo interdentale la sera. Per fare le scelte giuste, è necessario porre le domande giuste: Qual è il mio vero obiettivo, e le scelte che sto facendo mi stanno aiutando a raggiungere questo obiettivo?

Come si formano le abitudini?

Secondo Charles Duhigg, l’autore del libro “The Power of Habit” le abitudini consistono in un semplice loop in tre passi: primo, c’è un segnale, uno stimolo iniziale che dice al tuo cervello di entrare in modalità automatica e quale abitudine usare. Poi c’è la routine che può essere fisica, mentale o emotiva. In fine, c’è il premio che aiuta il tuo cervello a capire se questo particolare loop è utile da ricordare per il futuro.

Cambiare abitudini in 30 giorni: Il 30 day-trial

La prova dei 30 giorni è ormai un “protocollo” affermato da tempo. L’idea che sta alla base di questo processo è semplice:

  1. Focalizzati sull’installare una sola abitudine alla volta
  2. Se ti dimentichi o commetti un errore riparti dal giorno 1.
  3. Quando raggiungi il 30°giorno il comportamento dovrebbe essere condizionato sufficientemente per non richiedere più sforzi mentali. A questo punto hai la possibilità di continuare a mantenere questa abitudine o abbandonarla.

Il 30 day-trial è semplice ma potente e funziona prevalentemente grazie al potere del focus. Focalizzandoti su un cambiamento al mese puoi utilizzare una piccola parte delle risorse consce per scolpire ciò che rimarrà poi attivo prevalentemente a livello inconscio.
Inoltre, più 30 DT completi, più rafforzerai la tua autodisciplina e forza di volontà e questo avrà un grande impatto positivo in tutte le aree della tua vita.

I 5 passaggi per installare una nuova abitudine

I 5 passaggi per installare una nuova abitudine sono:

1) Sprint di avvio: In questo periodo che generalmente dura 3 giorni la motivazione è altissima. E’ tuttavia importante non strafare per mantenere l’energia per le fasi successive.

2) Trascinamento: Dal quarto al decimo giorno. In questo periodo la motivazione si è generalmente già spenta e la difficoltà sembra sempre più grossa. Se la tua nuova abitudine risulta essere troppo difficile fai un passo indietro e spezzettala. Ad esempio, se prendi l’impegno di diventare uno sportivo facendo 1 ora di attività fisica al giorno, inizia solo con una camminata di 30 minuti.

3) Smussatura: Dal giorno 10 al giorno 20. In questo periodo la difficoltà diminuisce e la tua nuova abitudine si sta radicando in te. C’è però un altro pericolo incoscio, ossia che quello che diventa più facile, diventa anche più facile dimenticarselo, quindi mantenete sempre su la guardia.

4) La Caduta: Il pericolo peggiore. Quello che può mandare all’aria tutto il lavoro fatto fino ad ora. Può trattarsi di un singolo evento che può bloccare la routine di installazione della nuova abitudine. Una brutta notizia, una delusione o qualsiasi cosa che possa farti perdere il focus. Attenti a non inciampare.

5) Stabilizzazione: In generale è la fase più facile, ed è quella che ti mostra i risultati ottenuti. Portate a termine i 30 giorni e tornate vincenti!
E tu? Hai cambiato una cattiva abitudine nella tua vita? Scrivicelo nei commenti!